Vuelle Pesaro vicina all’accordo con Markis McDuffie per rinforzare la squadra

Vuelle Pesaro vicina all’accordo con Markis McDuffie per rinforzare la squadra
McDuffie (Instagram)

In una partita che si prospettava elettrizzante, la Vuelle di Pesaro ha mancato la scossa emotiva tanto attesa dal pubblico. Un avvio promettente, con il debutto di Maretto tra i titolari e un Quincy Ford più audace del suo consueto, ha fatto sperare i tifosi in una prestazione di alto livello. Tuttavia, la spinta dei visitatori si è affievolita dopo soli 13 minuti di gioco. Mentre Pesaro manteneva ancora la testa con un punteggio di 28 a 29, un black-out offensivo ha portato a segnare soltanto 4 punti nei successivi 7 minuti del primo tempo, vanificando gli sforzi iniziali.

Coloro che erano in attesa di una reazione dopo l’intervallo sono rimasti amaramente delusi: il divario di 14 punti tra le squadre è rapidamente dilagato fino a toccare le soglie dei 20 e persino dei 30 punti nell’ultimo quarto. L’apparente ripresa finale, che ha visto il deficit ridursi a 18 punti con in campo giovani come Biar, Ebeling, Bamba e il diciassettenne Saccoccia (che ha sfruttato un rimbalzo offensivo per segnare), non può essere etichettata come vero e proprio riscatto.

Per aggravare la situazione, Alessandro Lever, con una media punti di 5,8 fino a quel momento, ha terminato la partita con 13 punti e 6 rimbalzi, brillando in un ruolo di ala forte che ha esposto le lacune difensive della Vuelle.

Il mercato potrebbe riservare delle novità strategiche per Pesaro, con l’imminente rientro di Scott Bamforth che dovrebbe almeno partire dalla panchina nella sfida contro Milano. Non sarebbe logico quindi cercare una guardia sostitutiva, rischiando di creare doppioni e lasciare scoperti altri settori.

McDuffie può dare una grossa mano

Il coach Meo Sacchetti ha mostrato la preferenza per aggiungere qualità e atletismo nell’ala, identificando in Markis McDuffie – l’anno scorso a Napoli e recentemente tagliato dal Turk Telekom Ankara – il profilo ottimale. Leggero ma dinamico, con un eccellente tiro da tre punti, McDuffie incarna il tipo di giocatore ideale per il basket proposto da Sacchetti.

Bluiett e Ford potrebbero pagare il prezzo di questo rinnovamento, ma Ford ha già dimostrato di poter ricoprire più ruoli, come testimoniato dalla sua performance a Napoli dove è stato schierato da ala piccola e, in altre occasioni, anche nel ruolo di guardia. Sebbene abbia perso incisività nel momento cruciale della partita, Ford ha terminato l’incontro con 8 rimbalzi all’attivo. Bluiett, invece, non riesce a trovare la via del canestro nemmeno nei momenti meno pressanti, perdendo efficacia anche nel tiro da tre punti, che un tempo era la sua specialità.

Le procedure burocratiche sembrano rallentare l’impiego immediato di McDuffie, attualmente negli Stati Uniti in attesa di ottenere il visto. Di conseguenza, il suo tesseramento per la partita contro l’Armani Milano sembra improbabile. L’obiettivo della Vuelle è dunque puntato sulla sfida del 28 gennaio contro Brindisi, avversario già sconfitto in trasferta. Una vittoria casalinga sarebbe cruciale per il bilancio stagionale. Tuttavia, non è assicurato che l’introduzione di un nuovo elemento possa immediatamente fare la differenza in una partita così determinante.