Operazione Koopmeiners: la Juventus in bilico tra desiderio e realtà

Operazione Koopmeiners: la Juventus in bilico tra desiderio e realtà
Koopmeiners (Instagram)

Il centrocampo della Juventus, non particolarmente prolifico sotto il profilo realizzativo, potrebbe presto godere di una ventata d’aria fresca e, perché no, di qualche gol in più. È Teun Koopmeiners, classe ’98, a catalizzare i sogni e i desideri della dirigenza bianconera, in particolare del direttore tecnico Cristiano Giuntoli, che lo segue con ammirazione fin dai tempi del Napoli.

Presso la Continassa, quartier generale della Vecchia Signora, il nome di Koopmeiners risuona con insistenza come la pedina ideale per rinvigorire il reparto mediano. Nonostante il recente rinnovo di contratto con l’Atalanta, che ha fissato la scadenza al 2027 con opzione per il 2028, il giocatore olandese e il club bergamasco avrebbero un tacito accordo: al presentarsi di un’offerta adeguata, il talentuoso centrocampista potrebbe fare le valigie nell’estate prossima.

Le voci che giungono dai corridoi di Vinovo sussurrano di un’Atalanta che non ha intenzione di fare sconti: il prezzo del proprio gioiello oscilla tra i 50 e i 60 milioni di euro. Un valore, sì, impegnativo, ma La Gazzetta dello Sport rivela che i bianconeri possono contare su un fattore non indifferente, il gradimento dello stesso Koopmeiners, il quale pare propenso a vestire la maglia della Juventus, prediligendo il salto in una grande squadra della Serie A piuttosto che un’avventura oltre i confini nazionali.

Ma la strada verso l’acquisto del centrocampista non è sgombra da ostacoli. Se l’ingaggio da 2 milioni di euro dell’olandese non sembra rappresentare un problema, il bilancio attuale della Juventus non consente di affrontare un esborso economico di tale portata senza prima aver incrementato le proprie casse. La soluzione? Generare liquidità attraverso la cessione di qualche giovane promessa o magari sacrificando un pezzo pregiato dell’attuale scacchiere juventino. I nomi sul taccuino? Federico Chiesa e Bremer, le cui potenziali partenze potrebbero aprire le porte a una plusvalenza rilevante.

Il tempo, tuttavia, incalza. La Juventus è consapevole che deve muoversi rapidamente. L’eventualità di un’asta per Koopmeiners rischia di scatenarsi e, in tale scenario, i club inglesi, con le loro disponibilità economiche ben più ampie, potrebbero farla da padroni, mettendo i bianconeri fuori gioco.

Il calciomercato, si sa, è imprevedibile come il vento e nulla è ancora scritto. Ma l’idea di vedere Koopmeiners con la maglia della Juventus, tra le braccia della curva bianconera, è un pensiero che fa già palpitare il cuore dei tifosi. Resta da vedere se questo desiderio si trasformerà in realtà o rimarrà un sogno nel cassetto.