Il messaggio di Commisso ai tifosi viola: ambizioni, valori e unità per il futuro della Fiorentina

Il messaggio di Commisso ai tifosi viola: ambizioni, valori e unità per il futuro della Fiorentina
Commisso

In una stagione calcistica che vede la Fiorentina navigare tra alti e bassi, il presidente Rocco Commisso prende carta e penna e si rivolge direttamente al cuore pulsante del club: i tifosi viola. La sua missiva è un bilancio passionale e pungente, un inno alla fiducia e una sfida lanciata alle avversità, che non mancano mai di affollare il cammino del pallone.

È con un misto di delusione e fiducia che Commisso analizza il cammino della squadra guidata da Vincenzo Italiano. Le prestazioni fino a dicembre avevano acceso speranze, con la Fiorentina che guizzava nelle zone nobili della classifica. Il mercato di gennaio è stato un ulteriore tentativo di rafforzare un gruppo già solido, con la consapevolezza che il giudizio definitivo sarà emesso solo al termine della stagione. Le ambizioni, sottolinea il presidente, rimangono alte: migliorare il già lodevole percorso dell’anno precedente e continuare a crescere, rispettando le possibilità economiche del club.

Le critiche rivolte alla dirigenza, impegnata sul fronte del mercato, sono state archiviate con una difesa a spada tratta: non servono acquisti temerari che non garantiscano il successo. Per Commisso, la Fiorentina deve guardare al futuro senza inciampare in decisioni avventate, ricordando con orgoglio che nessuna altra proprietà ha investito quanto lui nell’arco di cinque anni – 430 milioni, compreso il centro sportivo Rocco B. Commisso Viola Park.

La fermezza di Commisso emerge prepotente quando si parla del futuro: la Fiorentina non è in vendita. Nessuno può costringerlo a cedere il club, né a decidere chi debba farne parte o chi debba essere escluso.

Commisso si vede a Firenze ancora a lungo

L’intento è chiaro: la Fiorentina è e rimarrà sua, con tutto ciò che comporta in termini di decisioni e strategie.

Il presidente poi si concede un confronto con altre realtà calcistiche italiane, come Atalanta e Bologna, riconoscendo i loro successi ma evidenziando i tempi necessari per raggiungerli. Commisso ribadisce la necessità di nuove entrate e di un impianto di gioco moderno in grado di generare quei ricavi che permetterebbero alla Fiorentina di competere ad armi pari con i club più ricchi.

In un calcio che si dibatte tra scandali finanziari e squilibri economici, il presidente viola punta il dito contro quelle squadre indebitate che sembrano giocare al di fuori delle regole. Chiede trasparenza e equità, auspicando un cambiamento nel sistema che tenga conto del rispetto delle regole e della salute finanziaria delle società.

La lettera si chiude con un appello all’unità. Mister, giocatori, staff e management sono impegnati in un lavoro costante di crescita. È proprio questo spirito di gruppo che Commisso invoca, chiedendo ai tifosi di rimanere al fianco della squadra e di supportarla in una seconda parte di stagione che si spera possa essere ricca di gioie e soddisfazioni condivise. Il presidente è certo che le gratificazioni arriveranno per un popolo viola che è fondamentale nell’identità e nel successo della Fiorentina.