Ancelotti e il futuro di Modric al Real tra campo e staff

Ancelotti e il futuro di Modric al Real tra campo e staff
Modric (Instagram)

L’atmosfera si infiamma e la suspense si intensifica nel mondo del calciomercato. La saga di Luka Modric al Real Madrid, che sembrava giungere al termine dopo 12 anni di fedeli servigi, ora potrebbe regalarci un ultimo, strabiliante colpo di scena. Modric, il maestro del pallone, alla veneranda età di 38 anni, potrebbe ancora incantare il Santiago Bernabéu con la sua magia. Ecco ciò che bolle in pentola per il futuro di questo fuoriclasse croato!

Ogni primavera è un déjà vu: il Real Madrid si appresta a decidere il destino della sua stella croata, come d’abitudine con i veterani del campo. I media spagnoli fiutano l’aria e annunciano che questa potrebbe essere la sua ultima stagione in bianco. Dopo tutto, è dagli albori dell’estate 2012 che Modric delizia Madrid con la sua presenza.

Eppure, l’uomo che nel 2018 si è fregiato del Ballon d’Or non sembra affatto intenzionato a mettere fine alla sua illustre carriera, nonostante le 38 primavere sulle spalle. Le sue performance sono ancora così fulgide da lasciare a bocca aperta, e le speculazioni sulla sua possibile destinazione si fanno sempre più insistenti. Qualcuno sussurra che potrebbe unirsi allo staff di Ancelotti, mentre altri lo vedono migrare verso lidi sorprendenti come l’Arabia Saudita o forse tornare alle origini con la Dinamo Zagabria.

Carlo Ancelotti, il timoniere del Real Madrid, è sempre stato un fervente ammiratore del talento di Modric. Il tecnico italiano si è espresso con calore sul futuro del mago croato, sostenendo che la decisione finale sarà nelle sue mani. Ancelotti ha espresso il suo affetto per il nativo di Zadar, riconoscendo il suo valore incolmabile e il suo ruolo cruciale all’interno della squadra, nonostante un tempo di gioco che a volte può lasciarlo con l’amaro in bocca.

Le statistiche parlano chiaro: in questa stagione, Modric è stato una colonna portante per il Real, con 15 partite da titolare e 29 apparizioni complessive tra Champions League e Liga. E la sua ultima esibizione contro il Celta Vigo? Niente meno che una masterclass! Con 119 tocchi di palla, 86 passaggi riusciti e un’incredibile serie di interventi difensivi, ha illuminato il campo come ai tempi d’oro.

Ma veniamo al dunque: potremmo davvero assistere al colpo di scena di vedere Modric al Real per un’ulteriore stagione? Ancelotti sa bene che un Modric non ha età quando si tratta di talento e che sostituirlo sarà un’impresa ardua. Il destino è nelle mani del giocatore, che potrebbe essere tentato a scrivere un altro capitolo della sua leggenda a Madrid, per una ragione molto particolare.

Anche se non può ambire al record di giocatore straniero con più partite giocate per il Real, detenuto da Karim Benzema, Modric potrebbe diventare il giocatore più anziano a calpestare il prato del Bernabéu. Superare il record di Ferenc Puskas, che giocò la sua ultima partita a 39 anni e 36 giorni, richiederebbe solo una partita giocata il 15 ottobre 2024. Un obiettivo, un nuovo record, potrebbe essere il richiamo irresistibile per prolungare la sua avventura madrilena. Con la possibilità di condividere il campo con Kylian Mbappé, chi non sarebbe tentato? Ci toccherà attendere le prossime settimane per la risposta definitiva a questo appassionante rebus calcistico!