Sport ultime notizie

Mourinho Milan: il retroscena di mercato rivelato a fine partita

La Roma di Mourinho cade pesantemente a San Siro contro un Milan che domina la partita dall’inizio alla fine e conferma tutti i difetti evidenziati finora, a cominciare da una preoccupante fragilità difensiva lontana parente della solidità sempre esibita in carriera dal tecnico portoghese.

Accoglienza calorosa

Che ormai non sembra più in grado di incidere come un tempo, e lo dimostrano gli scarsi risultati e i continui esoneri rimediati negli ultimi anni di carriera. Ma quando si tratta di essere polemico e pungente, Mourinho riesce probabilmente ancora a essere il numero uno. E allora per distogliere le attenzioni dalla sconfitta della sua Roma, che lo allontana ancora di più dal quarto posto, tira fuori un aneddoto inerente una possibilità di mercato di qualche anno fa: “Quando vedo come ha reagito San Siro, aver detto quel no mi fa un piacere molto grande” dice Mourinho.

Tre giorni di riflessione

Mourinho inevitabilmente non è stato accolto bene dai tifosi del Milan, visto ancora come il rivale del triplete, l’ex tecnico che in Italia può essere associato solo a una squadra, l’Inter. E allora per ‘vendicarsi’ dell’accoglienza avuta dai tifosi del Milan, tira fuori un retroscena di mercato che nessuno conosceva: “Tre anni fa la proprietà del Milan mi voleva a Milano – ha raccontato -: ci ho riflettuto per tre giorni, poi ho deciso che sarebbe stato un no e sono contento di aver preso quella decisione. Sono un professionista, ma esiste spazio per avere delle passioni come l’antagonismo. Ora sono appassionato della Roma, darò tutto alla Roma. Tornando indietro, dopo quello che è successo oggi, sono doppiamente contento di quello che ho risposto. Loro sono venuti da me, ma ho detto loro di tornare a casa, che non sarei andato”.

Probabilmente, visti i risultati ottenuti negli ultimi tempi da Mourinho, anche i tifosi del Milan e la stessa dirigenza sono contenti che abbia rifiutato.