Sport ultime notizie

Lukaku sogna il ritorno all’Inter: “Un giorno tornerò”

Non può dirlo chiaramente, ma Romelu Lukaku fa capire di essersi pentito di aver lasciato l’Inter e Milano per il Chelsea, dove era il re. Adesso al Chelsea le cose sono più complicate per lui, perchè per Tuchel non è imprescindibile come lo era per Conte e come lo sarebbe stato per Inzaghi.

L’addio di Conte probabilmente lo ha spaventato, ha temuto che la squadra avrebbe fatto un pass indietro. E invece ne ha fatto un in avanti, e chissà quanti ne avrebbe fatti se fosse restato. Per questo lancia segnali d’amore all’ambiente nerazzurro per iniziare a preparare una ricucitura: “Perché penso che la maniera in cui me ne sono andato sarebbe dovuta essere diversa. Io dovevo parlare prima con voi, perché le cose che voi avete fatto per me, per la mia famiglia, per mia madre, per mio figlio, sono cose che rimangono per me nella vita. Io spero davvero nel profondo del mio cuore di tornare all’Inter, non alla fine della mia carriera, ma a un livello ancora buono per sperare di vincere di più”.

Lukaku pensa già a un suo ritorno, è evidente. Ora è impensabile, considerato quello che il Chelsea ha sborsato per il suo cartellino. Ma tra qualche anno Milano sponda nerazzurra potrebbe essere la sua prima scelta. Un monito per tutti quelli, come Kessie, pensano ad andare via convinti di migliorare: “Penso che tutto quello che è successo non doveva succedere così. Come ho lasciato l’Inter, come ho comunicato con i tifosi, questo mi dà fastidio perché non è il momento giusto adesso, ma anche quando sono andato via non era il momento giusto. Adesso penso che sia giusto parlare perché ho sempre detto che ho l’Inter nel cuore, tornerò a giocare di là, lo spero veramente. Sono innamorato dell’Italia, questo giustamente è il momento di parlare e di far sapere alla gente cosa è successo veramente senza parlare male delle persone perché io non sono così”.