Sport ultime notizie

Insigne via da Napoli: Giovinco lo mette in guardia

Sta facendo molto discutere la tentazione di Insigne di accettare la proposta del Toronto e di trasferirsi in Canada, lasciando il Napoli. Conferme ufficiali non ce ne sono, ma in questi casi l’assenza di smentite vale molto più di una conferma. Che Insigne avesse difficoltà a rinnovare con il Napoli si era capito, ma nessuno immaginava potesse decidere di lasciare il calcio che conta per trasferirsi in un campionato minore come quello canadese.

Fara bene? Chi meglio di Giovinco, che ha fatto la stessa esperienza, può esprimere un giudizio? “​Mi sembra strano che il capitano del Napoli molli una squadra in lotta per lo scudetto così, su due piedi. Personalmente io mi sono trovato bene a livello umano e ho trovato una città in cui la vita è facile. A livello professionale devi mettere in conto di sparire dai radar. Ho perso la Nazionale, ho perso visibilità. Se è disposti a rinunciare a queste cose, si tratta di un’esperienza che consiglio a tutti”.

L’idea che un giocatore che ha appena vinto l’Europeo da protagonista e che sta lottando per riportare lo scudetto a Napoli decida di mollare tutto così sta spiazzando tutti, a cominciare dai tifosi del Napoli. Anche perchè, è bene ricordarlo, Insigne è di Napoli, e questo dovrebbe portarlo a riflettere bene sulla sua scelta. Giovinco spiega la sua esperienza nei dettagli: “I soldi? Quando sono arrivato io nel 2015 mi erano stati promessi mari e montagne che in realtà non c’erano. Ma non voglio scendere nei dettagli, non rimpiango la mia scelta. Però il calcio non è visto come uno degli sport principali, questione di cultura. Quando c’eravamo io, Gerrard, David Villa, Kakà era un bel campionato con gente di nome. In seguito il livello e l’interesse sono scesi”.