Sport ultime notizie

Jannik Sinner a un passo dal miracolo, battuto al tiebreak del terzo set da Medvedev

 

All’ambitissimo torneo Atp d Torino Jannik Sinner ha sfiorato l’impresa. Jannik, a soli 20 anni, è entrato di diritto nella Top 10 del mondo e la stragrande maggioranza degli opinionisti di tennis ritengono che ci sarà per tantissimo tempo.

Talento purissimo, l’altoatesino ieri ha giocato uno splendido match con il numero due al mondo, Daniil Medvedev.

il giocatore italiano il primo set lo ha perso male, un 6 a 0 che non ha lasciato alibi ma nel secondo set Jannik ha mostrato tutta la sua classe.

Nel secondo set il campo da gioco di Torino si è illuminato di azzurro e Jannik non si è tirato indietro e come un vero gladiatore ha contrastato palla su palla il più quotato avversario.

Jannik ha vinto il secondo set al tiebreak tra il tripudio del pubblico di casa e ha sfiorato l’impresa, nel terzo set era in vantaggio di 4 punti a 2 sul fortissimo Medvedev. Poi la rimonda del numero 2 al mondo e il finale al tiebreak vinto dal russo.

IL TORNEO E LA POSSIBILE FINALE

Alla fine all’ambito torneo Atp di Torino si sono qualificati i migliori. Il re dei re Djokovic se la vedrà in semifinale con Zverev.

Zverev nel primo pomeriggio aveva guadagnato il pass per la semifinale eliminando un evanescente Hurkacz.

L’altra semifinale vedrà opposti il giocatore russo Medvedev con il vincente di Rublev-Ruud.

Si profila, quindi, una finale tra Djokovic e Medvedev.

IL TENNIS ITALIANO

Il futuro del tennis italiano è roseo. Con due campioni del calibro di Berettini e Sinner, tutti e due nella top 10 al mondo, dopo decenni di magre, ci saranno anni, quindi, di grandi soddisfazioni.

A parlare del futuro del tennis italiano ci ha pensato Andrea Gaudenzi ex n°18 al mondo e dirigente dell’Atp Tour.

Gaudenzi ha detto che: “Matteo e Jannik sono educati e intelligenti. Quando giocavo io vi lamentavate che non ci fossero italiani forti, adesso l’Italia, che ha una fame pazzesca di tennis, ha un’abbondanza che altri Paesi si sognano”.