Sport ultime notizie

Ibrahimovic e Milan, avanti insieme: rinnovo più vicino

Altro che ritiro: Ibrahimovic non ha alcuna intenzione di lasciare il calcio giocato. Lo svedese, come dimostrano anche le prestazioni in campo, si sente calciatore al 100% e per questo nelle prossime settimane potrebbe già iniziare a discutere del rinnovo con il Milan. Maldini sa bene che il gigante di Malmoe non può garantire una presenza costante in campo nell’arco della stagione, ma il suo valore dentro e fuori il terreno di gioco va al di là del freddo computo dei minuti giocati e dei gol realizzati.

A caccia di nuovi record

Inevitabilmente sarà necessario ridiscutere la parte economica: l’anno prossimo Ibra andrà per i 41 e dovrà centellinare sempre più la sua presenza in campo. Per questo lo stipendio non potrà essere più da big come nelle stagioni da quando e ritornato a Milanello. Ma il suo ruolo di allenatore in campo e chioccia dei più giovani lo stimola molto, così come lo stimola molto provare a battere tutti i record possibili di longevità in Europa e in Italia.

I rinnovi non potranno che procedere di anno in anno, come è giusto che sia considerata l’età del calciatore. Ma la sua integrità e soprattutto la sua professionalità mettono al riparo da qualunque rischio la società rossonera. Ibra ha tanti altri interessi: showman, imprenditore, forse anche n futuro da allenatore. Ma si tratta di progetti che non riescono ancora a trasmettergli quell’adrenalina che gli conferisce il terreno di gioco.

Solo una formalità

Guidare il Milan alla conquista dello scudetto, da protagonista, sarebbe il viatico ideale per sponsorizzare il proprio rinnovo. Maldini e Massara non avranno difficoltà a essere convinto, consapevoli entrambi del valore aggiunto che lo svedese garantisce solo con la sua presenza nello spogliatoio. Ecco perchè una volta avute rassicurazioni circa il recupero completo e definitivo dall’infortunio al ginocchio che lo ha afflitto alla fine della scorsa stagione, le parti si siederanno attorno a un tavolo per mettere nero su bianco una firma che accontenterebbe tutti, tifosi compresi.