Spettacoli e Gossip

Marilyn Manson abusi, le accuse di stupro ne mettono a rischio la carriera

Che Marylin Manson sia sempre stato un personaggio border line è cosa nota. D’altra parte, l’essenza stessa del personaggio costruito dal Reverendo e il suo successo, al di là delle qualità artistiche, sta proprio nell’eccesso di una filosofia applicata alla vita privata e trasposta sul palco. Ma, decisamente, le ultime vicende che lo riguardano rischiano di portare tutto un po’ troppo in là, al punto che rischia di esserne compromessa la carriera stessa del cantante.

Marilyn Manson abusi

Stanno facendo discutere le dichiarazioni rilasciate dalla cantante Phoebe Bridgers, relative a una sua visita a casa di Marilyn Manson. Il connubio Marilyn Manson abusi rischia di diventare devastante: “Ci sono andata con degli amici quando ero adolescente. Ero una sua grande fan. Parlava di una stanza chiamandola “degli stupri”, ho pensato che fosse solo il suo orribile senso dell’umorismo da confraternita studentesca. Ho smesso di essere una fan. Sto con tutte coloro che si sono fatte avanti”.

Queste dichiarazioni arrivano pochi giorni dopo le ben più gravi e dirette accuse di violenza sessuale mosse dalla ex compagna, l’attrice Evan Rachel Wood. Accuse che hanno portato la sua casa discografica, Loma Vista, ad abbandonare il cantante: “L’etichetta sapeva – continua la Bridgers – la direzione sapeva, la band sapeva. Prendere le distanze ora, fingendo di essere scioccati e inorriditi è patetico”.