Scienze e Tecnologia

Asteroide vicino alla Terra il 2 novembre, non ci colpirà, forse

Nessun rischio per il nostro Pianeta, ma la notizia che un nuovo asteroide sfiorerà la Terra nelle prossime settimane dà sempre un certo brivido, sia ai comuni cittadini che, soprattutto, agli esperti e appassionati. Arriva dallo spazio un nuovo oggetto che ha deciso di far visita da vicino al nostro pianeta: si tratta dell’asteroide 2018VP1, che ci guarderà, e noi potremo fare altrettanto, se muniti di attrezzatura adeguata, il prossimo 2 novembre.

Il calcolo e il conseguente annuncio è stato dato dalla Nasa, dunque si tratta di una notizia assolutamente certificata. Nello specifico, l’osservazione lo studio è stata effettuata dal centro predisposto all’osservazione di quelli che vengono definiti gli oggetti «vicini» (Near Earth Objects Studies) al nostro Pianeta, ovvero il Jet Propulsion Lab dell’agenzia spaziale americana.

L’oggetto che ci sfiorerà è stato monitorato dagli esperti per ben 12.968 giorni, si può dire dunque che ormai non ha più segreti e che si conosce ogni dettagli delle sue dimensioni e della sua traiettoria. Il suo diametro non supera i tre metri e il suo passaggio vicino alla Terra dovrebbe essere indolore. E’ bene specificare il “dovrebbe” perchè la possibilità sia pur minima, che possa colpire la Terra esiste ed è stata stimata intorno allo 0.41%. In ogni caso, niente paura, Se questa minima percentuale dovesse decidere di diventare realtà, comunque l’oggetto in questione non arriverebbe sul suolo terrestre dal momento che gran parte di esso verrebbe distrutto dall’attrito con l’atmosfera se si trasformasse in meteorite.

Ciò vuol dire, come ha specificato la Cnn riportando l’analisi della Nasa, che le possibilità di conseguenze per il nostro Pianeta sono vicine allo zero.