Novità dall'estero

Fratturano il cranio a un cameriere: il motivo lascia senza parole

Questo è il momento in cui un cameriere riporta la frattura del cranio nel corso di una srissa con un gruppo di sette uomini ubriachi in un bar dopo che, a quanto riferito, gli hanno fischiato per attirare la sua attenzione e lui ha risposto che non era un cane.

L’incidente è avvenuto nella città di Slatina, nella regione orientale della Croazia della Slavonia, quando il gruppo di uomini senza nome è entrato nel locale per una festa di compleanno.

Secondo il cameriere ferito, identificato come il ventiduenne Danijel Relatic, il gruppo ha fischiato per attirare la sua attenzione e lui ha risposto che non era un cane.

Irritato dalla sua osservazione, il gruppo presumibilmente iniziò a picchiarlo.

Ha detto: “Uno di loro mi ha rotto una bottiglia in testa da dietro”.

Relatic ha affermato di essere stato difeso dalla sorella minore, che all’epoca era al bar, e da un membro del gruppo che ha affrontato i suoi amici dissuadendoli dal cntinuare.

Secondo un testimone oculare, la banda ubriaca colpì il giovane cameriere con i pugni, i piedi e una bottiglia di Jack Daniels.

Il gruppo stava anche provocando altri clienti, secondo i testimoni.

Nel frattempo, Relatic è stato riportato in ospedale con lesioni facciali e un cranio fratturato.

Ha detto di aver lavorato al bar per tre settimane, ma non ha intenzione di tornare.

Non è chiaro se siano stati effettuati arresti. L’indagine della polizia è in corso.