Sport ultime notizie

Calciomercato Juve, la verità sulla clausola di Buffon legata alle presenze

Forse la clausola non c’è mai stata, o forse è stata tolta dopo che la notizia ha suscitato tante polemiche. Il ritorno di Buffon era stato contraddistinto dalla notizia che ci fosse una clausola nel suo nuovo contratto di ritorno alla Juventus per cui dovesse giocare almeno 8 partite da titolare per superare il record di presenze in Serie A di Maldini.

Buffon mette le mani avanti: "Abbiamo cambiato molto"

A tal proposito il suo agente, Silvano Martina, è tornato a parlare di questa scelta e del contratto del suo assistito. Ecco cosa ha detto a Radio Bianconera: ““Il ritorno in bianconero è stata una cosa inaspettata. Stavamo valutando altre offerte, quando è arrivata la richiesta della Juve. Quando gliene ho parlato per lui è stato il massimo, sul piano emozionale e familiare. Tornare alla Juve, per lui che è sempre stato bianconero, è stato davvero il massimo. I miei meriti? Il merito che ho avuto è stato quello di averlo mandato al PSG. Se avesse smesso non sarebbe potuto tornare alla Juventus. Gigi è una persona speciale, perbene”.

E continua: “Il nostro rapporto inizia dal Parma, ormai siamo di famiglia. Lui si allena sempre, anche in vacanza. È chiaro che poi il talento è anche fatto di genetica. Quella del Psg è stata un’esperienza felice. Il suo contatto? Non ha clausole, non ne abbiamo neanche mai parlato. È venuto alla Juventus solo per fare Gigi Buffon. C’è un portiere più giovane che ha fatto molto bene. Lui fa un passo indietro e si mette a disposizione. La clausola non è mai stata proposta”. Meglio così: se Buffon giocherà, sarà perchè Sarri lo riterrà il miglior portiere che ha a disposizione, e non per altre motivazioni.