Sport ultime notizie

Calcio donne, la bella Alex non ci sta: “C’è chi esulta mostrando gli attributi”

Ha fatto molto discutere l’esultanza di Alex Morgan, attaccante della nazionale femminile degli Stati Uniti che, dopo aver segnato nel match con l’Inghilterra, si è lasciata andare alla cosiddetta “esultanza del thè”, suscitando la rabbia inglese. La calciatrice, alla vigilia della finale contro l’Olanda, si è si è così difesa in conferenza stampa:

“Ci sono due cose da dire. La prima, è che la mia esultanza era una sorta di ‘questo è il thè’, un modo di dire che significa ‘raccontare qualcosa’, ‘diffondere notizie’. La stessa cosa la fa spesso Sophie Turner e lei è la mia attrice preferita: non era quindi un insulto all’Inghilterra. La seconda è che credo ci siano due pesi e due misure con le donne nello sport. Dalle donne ci si aspetta più moderazione anche nelle esultanze, mentre gli uomini esultano mostrando gli attributi e cose analoghe. Quando ripenso al mio sorso di thè, rimango quindi un po’ sorpresa: mi viene da ridere per le critiche”.

Il riferimento è chiaramente ai gesti di Diego Simeone e Cristiano Ronaldo nel corso della doppia sfida degli ottavi di finale dell’ultima Champions League.

Alex Morgan il 5 gennaio 2017 si è trasferita in Europa, passando in prestito semestrale alle francesi dell’Olympique Lione. Con il Lione ha realizzato in totale 12 gol in 16 partite tra campionato e coppe e al termine della stagione ha conquistato il treble (Division 1 Féminine, Coupe de France e Women’s Champions League).

Il 31 marzo 2010 ha fatto il suo esordio con la nazionale statunitense, nella vittoria per 1-0 contro il Messico. Nel 2012 ha vinto la medaglia d’oro al Torneo olimpico di Londra, mentre nel 2015 il Mondiale in Canada.

Con la maglia degli Stati Uniti ha disputato in totale 167 partite realizzando 106 gol.