Sport ultime notizie

Messi inguaia Conte: si profila una grave perdita per l’Inter

Messi mette paura all’Inter: la Coppa America sta cementando il feeling tra la Pulce e Lautaro Martinez, e il Barcellona potrebbe decidere di pagare la clausola per portare in blaugrana il Toro. Alla clausola l’Inter non potrebbe opporsi. Metterebbe in cassa un bel po’ di soldi da rinvestire e una bella plusvalenza, ma perderebbe un giocatore che forse è stato un po’ sottovalutato da Spalletti, soprattutto nel periodo in cui Icardi è venuto meno.

Se Messi insisterà con il Barcellona, soprattutto alla luce della fase calante di Surez, il club catalano potrebbe facilmente mettere mano a una cifra alta ma non trascendentale per il suo ricco club. Ricomporre al Camp Nu la coppia della nazionale argentina, soprattutto se dovesse trionfare in Coppa America, sarebbe un bel viatico per la prossima stagione:

“Due numeri e un abbraccio: il momento di Lautaro Martinez gira intorno a queste tre cose. I numeri sono 92 e 111, l’abbraccio è quello di Leo Messi, al Maracanà, dopo che il Toro aveva piazzato il tacco vincente. Quando il numero 10 della Seleccion si scomoda ad aspettarti per celebrarti, confermando che c’è profumo d’intesa, la cosa in Argentina non passa inosservata. Lautaro diventa immediatamente il personaggio del momento, anche perché con la maglia albiceleste segna un gol ogni 92’ (6 in 10 gare). E inevitabilmente scatta la voce di mercato: la spara Radio La Red, una delle più ascoltate d’Argentina. Si sostiene che il feeling fra Messi e Lautaro sia tanto grande che il Barcellona sarebbe pronto a pagare la clausola di 111 milioni. Il Barcellona è al momento preso dalla possibilità di riportare a «casa» Neymar, il suo attacco può contare su Messi, Suarez, Coutinho e Dembélé, in lista d’attesa c’è anche Griezmann. Improbabile che i catalani, peraltro alle prese con fondi non proprio infiniti, investano oltre 100 milioni per l’ennesimo partner di Leo, anche se futuribile. Non nell’immediato, almeno. Di vero c’è che per portare via Martinez all’Inter, in questo momento, servirebbe davvero pagare la clausola, per quanto ancora molto superiore al suo valore. Il Toro è l’unico punto fermo mai in discussione di un attacco che sarà profondamente rinnovato. In attesa di Lukaku e con l’eclissarsi di Icardi la sua è la faccia più «spendibile» come marketing e fra i tifosi. E nel suo secondo anno è atteso a una ulteriore forte crescita, dopo una prima stagione di necessario ambientamento. Dopo una lunga fase di impiego non costante il Toro ha mostrato per un paio di mesi (quelli di fine inverno) quanto possa essere decisivo anche nel nostro campionato, nella seconda annata è chiamato a farlo da settembre a maggio, in quella che Conte spera essere una rotazione fra lui, il belga e Dzeko”, si legge su La Gazzetta dello Sport.