Sport ultime notizie

Ibra furioso dopo il ko dei Galaxy: “Ho spaccato tutto, è servita l’ambulanza”

Scherzava o diceva sul serio? Ibra, dopo una partita persa malamente dai suoi Los Angeles Galaxy, ammette di aver spaccato lo spogliatoio. Aveva ben altre aspettative lo svedese prima del match che storicamente regala la supremazia calcistica in California contro i San Josè Earthquakes: “Ho vinto più titoli io che tutta la MLS”, aveva chiosato l’ex Juventus, Milan e Inter. Ma alla fine i Galaxy crollati con un 3-0 che li allontana dal primo posto, che al momento è dei cugini del Los Angeles FC, con sei punti di vantaggio.


A fine partita Ibra ha dichiarato: “Ho rotto un sacco di cose dopo la partita. Ho spaccato tutto lo spogliatoio. Hanno dovuto chiamare l’ambulanza, perchè ho mandato quattro giocatori in coma. E poi mi sono scusato con l’ambulanza perchè l’ho fatta lavorare!”.

SIcuramente Ibra scherzava, o meglio, sicuramente ha esagerato un po’. Che si sia arrabbiato molto nello spogliatoio con i suoi comapgni e che possa anche aver spaccato qualche armadietto, e qualcosa di assolutamente plausibile cui crediamo senza alcun dubbio. certamente non crediamo invece che si sia sfogato fisicamente sui suoi compagni dovendoli mandare addirittura all’ospedale. In questo sicuramente ha voluto prendere in giro giornalisti e tifosi, sdrammatizzando anche così quello che era accaduto.

Certo ricordando la sua rissa ai tempi del Milan con il gigante Onyewu, c’è da essere convinti che sia uno scherzo, ma nemmeno più di tanto. Onyewu a differenza degli altri difensori non si sentiva intimidito né dalla sua presenza né dall’abituale trash-talking. Dalle provocazioni agli scontri verbali si passò quindi ai fatti: Ibrahimovic provò due volte a colpire il rivale in situazioni di gioco dopo essere stato zittito, venne “sfiorato” dalla spalla dello statunitense e reagì con una testata. Immediatamente la situazione degenerò tra colpi proibiti (pugni e calci) oltre alle ginocchiate, una delle quali ruppe una costola all’attaccante. Naturalmente l’ex bomber del Milan non accusò la botta rispondendo all’attacco in una scazzottata a tutti gli effetti: un duello da saloon che richiese l’intervento di tutta la squadra per dividerli, tanto da costringere Allegri ad interrompere l’allenamento.