Sport ultime notizie

Guardiola smentisce Sarri: il mistero di Cancelo

Sarri fa sapere che Cancelo non rientra nei suoi piani, essendo un giocatore anarchico e che non può dare alla Juventus l’apporto di cui i bianconeri hanno bisogno. Nello stesso momento, Guardiola da Manchester spinge affinchè il giocatore arrivi prima possibile al City, ritenendolo una pedina fondamentale per dare l’assalto alla Champions il prossimo anno.

Situazione strana quella che sta vivendo l’esterno portoghese, autore effettivamente di una stagione tra alti e bassi con la Juventus. Grandi doti offensive, cross splendidi, dribbling eleganti, ma anche amnesie difensive importanti. Con Allegri Cancelo ha giocato, e ha anche causato qualche problemino. Ma il calcio di Allegri è un po’ diverso da quello che porterà Sarri, o almeno che dovrebbe portare.

Guardiola e Sarri sono sempre stati accostati per mentalità, voglia di dominare le partite e di fare un gioco offensivo. Sarri è sempre stato indicato come un tecnico che insegna ai giocatori come stare in campo, migliorandoli dal punto di vista tecnico e facendoli crescere. Chiedere per informazioni a Koulibaly e Higuain, tanto per fare due degli esempi più clamorosi.

E allora come mai Sarri si arrende con Cancelo ancor prima di averlo conosciuto e provato in allenamento? Si pensava che proprio Sarri potesse essere l’uomo giusto per consentire a Cancelo, ancora molto giovane, di colmare quelle lacune tattiche e caratteriali, che gli consentissero di diventare quel fenomeno assoluto che si intravede. Sarri si arrende ancor prima di provarci, Guardiola non vede l’ora di abbracciarlo. Chi dei due ha ragione?