Sport ultime notizie

Icardi, con l’Inter si va verso lo scontro totale

Si complica ogni giorno che passa la situazione di Mauro Icardi all’Inter. L’assordante silenzio da entrambe le parti è la conferma di una situazione in equilibrio precario, in cui nessuno fa la prima mossa per paura di scoprire le proprie carte.

La situazione è ormai chiara: l’Inter ha assoluta certezza di voler vendere Icardi, e di volerlo fare prima possibile. Perchè servono i soldi a bilancio della sua cessione e perchè Conte non vuole avere l’imbarazzo di una presenza così ingombrante in ritiro, cui dover dare conto ai giornalisti.

Ma proprio questa fretta da parte della dirigenza nerazzurra, nota a tutti ormai, abbassa ogni giorno che passa il prezzo dell’argentino. Chi è interessato, aspetterà che la dirigenza sia con l’acqua alla gola per offrire molto meno di quello che Icardi vale e fare l’affarone.

In tutto ciò, però, non è detto che Icardi accetti la prima destinazione che l’Inter gli presenterà, anzi. La posizione di Icardi non è cambiata: vorrebbe restare all’Inter, ma se proprio non fosse possibile, vorrebbe restare in Italia. Ma in Italia l’unica squadra che sarebbe disposta a prendere Icardi, e dove l’argentino vorrebbe andare, è la Juventus.

L’arrivo di Sarri in bianconero però riduce queste possibilità. Perchè Sarri è contento del parco attaccanti che ha. Ronaldo centravanti toglierebbe la maglia da titolare a Icardi, e l’ipotesi falso nueve alla Mertens di Dybala farebbe altrettanto.

Così il rischio è che se dovesse arrivare qualche offerta dall’estero, e Icardi dovesse rifiutarla, si andrebbe allo scontro totale. Con quali scenari? Tutto è possibile: da una tribuna fino a gennaio, a una causa tra Icardi alla società. Tutte ipotesi che irritano non poco Conte.