Novità dall'estero

Nessuno alla festa di compleanno di un bimbo di 9 anni: il motivo lascia senza parole

Le feste di compleanno sono un momento importantissimo per i bambini, che dal numero di invitati che si presentano e dai regali che ricevono ottengono sicurezza e conferma di essere accettati e ben voluti. Non fa eccezione Gerald Hamilton, che vive nell’Indiana. Non vedeva l’ora di poter festeggiare il suo compleanno. Per la festa dei suoi 9 anni, dunque, aveva invitato ben 30 dei suoi compagni di scuola anche se solo in 12 avevano accettato il suo invito e gli avevano promesso di essere presenti. Non male. Il problema però è che nessuno di quei dodici amici, si fa per dire, quel giorno si è presentato davvero, rovinando il compleanno al bimbo, che ovviamente restò molto deluso.

Ma come mai è successo tutto ciò? Gerald fin da quando è nato non ha avuto una vita semplice ma ha dovuto passare molto del suo tempo in ospedale e subire molti interventi al fine di cercare di espandere il suo cranio. La sua malattia, dunque, lo ha costretto a crescere più lentamente rispetto ai suoi coetanei ed era questo il motivo per cui Gerald non veniva accettato dai suoi compagni.

Amelia, la nonna di Gerald, soffrì molto per il torto che quei bambini avevano fatto al suo nipotino, che per lei era davvero unico. Tutti i nipotini sono amatissimi dalle nonne, ma per la condizione di Gerald, l’affetto della nonna è ancora maggiore. Anche la mamma di Gerald si è sentita offesa da quel gesto pieno di cattiveria gratuita ed ha deciso di chiamare i genitori dei compagni che non si erano presentati alla festa nonostante avessero garantito la loro presenza. La risposta di una delle mamme la fece rabbrividire e le gelò il cuore: “Non possiamo permettere che i nostri figli giochino con il suo… è diverso”.

Nonna Amelia in preda alla rabbia ha deciso di sfogarsi su Facebook con un post che è diventato subito virale ed ha ricevuto tantissime interazioni. Suo nipote ha così ricevuto tantissimi biglietti di auguri che in qualche modo gli hanno fatto capire che può ancora fidarsi del mondo e che esiste ancora un briciolo di umanità.