Novità dall'estero

Pianta 6000 alberi in giardino dopo la morte della moglie: dopo 20 anni il motivo svelato

L’amore, quello vero, va al di là della vita stessa. Lo si può vivere in silenzio, lo si può dimostrare con gesti eclatanti. E’ quello che ha fatto Winston, il protagonista di questa storia, che ha dovuto fare i conti con ciò che non avrebbe mai voluto vivere: la morte della moglie.

L’amata consorte l’ha lasciato dopo ben 33 anni di matrimonio. Per lui la solitudine di una casa in cui avevano condiviso tutto, nel segno dell’amore e della gioia. Janet era morta per un improvviso attacco di cuore e lui doveva accettare questa scomparsa.

Dopo l’iniziale sconforto, Winston ha capito che la moglie continuava a esserci in un’altra dimensione. Poteva percepirla, e ha capito che doveva mandarle un messaggio, per continuare a tenere unito un filo che alimentasse il loro grande amore che li teneva uniti ormai da 33 anni.

Messo da parte il dolore nella fase più acuta, l’uomo si fece forza e sfogò la solitudine piantando delle querce in giardino, dei alberi forti come il suo amore per Janet. Nell’arco di 20 anni ne piantò circa 6000 e solo oggi si scopre il vero motivo di quel suo “passatempo”.

Nessuno capiva il motivo di piantare tanti alberi, e soprattutto la strategia che l’uomo usava per posizionarli. Ma quando gli alberi iniziarono a crescere, tutto divenne chiaro. Ecco l’immagine dall’alto del suo progetto, un segnale che dalla Terra l’uomo voleva mandare ogni giorno a colei che era certo lo osservava dall’alto.

Un modo per assicurarle che lui non l’aveva dimenticata e che potevano continuare a comunicare. Un impegno durato ogni giorno per 20 anni: lavorando a questo progetto gliene ha dato una commovente dimostrazione.