Sport ultime notizie

Conte, clamorosa decisione su Icardi

Antonio Conte prende una clamorosa decisione sul caso Icardi: ha comunicato a Marotta di non avere intenzione di incontrare il giocatore per parlare, come sembrava potesse avvenire in un primo momento. Il nuovo tecnico nerazzurro ha così delegato l’ad dell’Inter a liquidare senza se e senza ma la coppa Icardi-Nara, che dovrà rassegnarsi a trovare un’altra squadra.

Ma andiamo con ordine. La prossima settimana è previsto un incontro tra Marotta e Wanda Nara. In quell’occasione, l’ad nerazzurro non consentirà al procuratore di Icardi di fare alcuna richiesta, ma comunicherà sic et sempliciter la volontà della società, che è poi soprattutto la volontà di Conte.

Il tecnico salentino non vuole iniziare la stagione con alcuno strascico polemico dell’anno scorso, ne ha intenzione di avere nello spogliatoio giocatori e situazioni destabilizzanti che possano distrarre dall’obiettivo: vincere, sempre e comunque.

D’altra parte Conte ha assistito da spettatore interessato alla tregua armata firmata negli ultimi mesi da Spalletti, lo spogliatoio e Icardi, e ha visto con i suoi occhi come il rendimento nerazzurro, dello stesso Icardi e della squadra in generale siano crollati, al punto da mettere a rischio una qualificazione in Champions che sembrava blindata.

Dunque Icardi non sarà gradito al ritiro di Lugano dell’8 luglio, anzi la speranza della società è di riuscire a venderlo prima: farlo entro il 30 giugno risolverebbe al volo la questione fair play, con i famosi 40 milioni di plusvalenze da fare per rientrare nei paletti Uefa.

Icardi ha una clausola rescissoria valida dal primo al 15 luglio e solo per l’estero, da 110 milioni, ma ormai quella cifra non la offre più nessuno, visto il rendimento del giocatore e le vicende societarie note a tutti. L’Inter spera di ricavare almeno 70-80 milioni dalla cessione del 26enne centravanti, 124 gol in 219 presenze nerazzurre.

Il problema sarà convincere Icardi ad accettare le offerte che arriveranno, considerato che la posizione di Mauro e Wanda è quella di rimanere a Milano. Unica alternativa quella di andare alla Juventus, cosa che non piace all’Inter. Ma che se fosse l’unico modo di monetizzare, dovrebbe essere digerito. Una soluzione più soft arriverebbe da uno scambio con Dybala, ma in questo senso diventa difficile convincere sia società bianconera che giocatore.

Insomma la situazione è quantomai ingarbugliata, e la sensazione è che stia per iniziare una telenovela estiva pari a quella cui abbiamo assistito fino a qualche settimana fa per la questione fascia da capitano.