Novità dall'estero

Bimba di 4 anni lo chiama “vecchio”: reazione dell’uomo cambia le loro vite

Tara Woods era da poco entrata nel suo supermercato di fiducia insieme alla sua bambina di 4 anni. Norah, questo il nome della bambina, vide un uomo anziano avvicinarsi a lei e lo definì “vecchio”. L’uomo l’aveva sentita ed è rimasto a fissarla per qualche secondo.

La mamma della piccola stava per rimproverarla per la mancanza di rispetto, ma fu anticipata dall’uomo che si avvicinò a Norah e si rivolse direttamente a lei, rispondendole in un modo che nessuno si sarebbe mai aspettato e che ha profondamente commosso Tara.

 

E’ nata così un’amicizia che durerà per molti anni e Tara ha voluto raccontare tutto sui social postando queste fotografie che dimostrano quanto amore può esserci ancora in questo mondo. “Avevamo molti progetti per il quarto compleanno di mia figlia” comincia così il suo post su Facebook dove racconta il motivo per cui quel giorno era andata al supermercato.

Quel giorno sua figlia, prima di aver chiamato “vecchio” l’uomo al supermercato, aveva confessato alla mamma che gli anziani le stavano simpatici “perché sono lenti come me e hanno la pelle morbida come la mia. Moriranno presto, quindi hanno bisogno di essere amati”. Le sue parole colpirono Tara ed ancora di più fu sorpresa quando la bimba esclamo “Ciao vecchio, oggi è il mio compleanno”.

L’uomo si girò verso di lei per nulla arrabbiato o imbarazzato e rispose alla bimba con uno sguardo tenero e dolce. “Ciao bimba, quanti anni compi oggi?” queste le parole di quell’uomo che mostrava evidenti segni di solitudine sul viso. Prima che il “vecchio” potesse allontanarsi, Norah chiese alla mamma se potesse farsi un selfie con l’anziano signore e l’uomo non esitò un secondo.

“Vuole una foto con me?” balbettò l’uomo. Per Norah era il suo regalo di compleanno. Nello scatto si vede Norah sorridente stringere la mano di un uomo sconosciuto ma dagli occhi buoni. Con grande sorpresa dell’uomo, Norah baciò la sua mano ed in quel momento Dan, così si chiamava l’uomo, è scoppiato a piangere.

L’uomo fu molto commosso, anche perchè la moglie era morta pochi mesi prima e l’uomo non aveva più voluto vedere nessuno e si era chiuso in se stesso. Dopo aver incontrato Norah invece aveva ripreso a vivere e sembrava ringiovanito di almeno 10 anni.

Dan ormai era uno di famiglia, spesso riceveva la visita di Tara e Norah e a volta pranzava a casa loro la domenica ed anche per il giorno del Ringraziamento. Quel giorno la loro vita era cambiata radicalmente ed anche gli altri 6 figlia di Tara sono molto legati a Dan. In lui hanno trovato un altro nonno, che cedeva la sua vita fosse finita e che invece ha trovato qualcuno da amare e da cui essere amato.