Sport ultime notizie

La foto di Icardi che svela la verità sul suo futuro

Inter-Empoli, fischio finale. Nerazzurri in Champions tra mille rischi e sofferenze, ma in Champions. Una qualificazione che per tutto il campionato sembrava scontata, con il terzo posto sempre in mano alla squadra di Spalletti. E poi il finale di stagione pessimo in cui l’Inter si fa rimontare da Atalanta e Milan. L’Atalanta completa la rimonta e finisce al terzo posto. Il Milan sfiora il sorpasso: solo la traversa e un rande Handanovic regalano la Champions all’Inter. Come l’anno scorso, sul filo di lana.

Al punto che la squadra festeggia con i tifosi come una finale vinta. L’Inter festeggia quasi più dell’Atalanta, e fa riflettere. Una foto immortala il momento della squadra e soprattutto il presente e il futuro di Icardi. Tutti i giocatori sotto la curva, corrono, si tengono per mano, si abbracciano, esultano. Icardi, che ha anche sbagliato un rigore che poteva costare carissimo, resta indietro, da solo, camminando a passo lento, senza esultare. Ne da solo, ne con i compagni, ne con i tifosi.

Il giornalista di Mediaset, Maurizio Pistocchi, ha pubblicato un messaggio sul suo profilo ufficiale Twitter commentando questa foto: “Rivedo questa immagine, e penso a cosa era Icardi per la tifoseria interista, e a cosa è diventato: in pochi mesi, da idolo che era a estraneo. Basta poco, nella vita, basta un errore, uno. E le storie, anche le più belle, finiscono. E non tornano più”.

Nella immagine pubblicata da Pistocchi si vedono i calciatori dell’Inter festeggiare con i tifosi per la qualificazione dei nerazzurri in Champions League con Icardi, tuttavia, che resta dietro di tutti.

Qualora ce ne fosse bisogno, la conferma che ormai Icardi non è più un giocatore dell’Inter. In realtà non lo è, di fatto, già da qualche mese. Eppure lui continua a dire di voler restare. E noi ci crediamo. Perchè siamo sicuri che sia affezionato all’Inter, ai tifosi, alla città. E probabilmente non vuole andare via così, con un finale che cancella tanti anni positivi. Proverà a parlare con Conte, a chiedere di restare, di provarci. Ma la risposta sarà no.