Novità dall'estero

Si spara per sbaglio nel cervello, ma non si accorge di nulla

A volte si è talmente presi dalla routine e dai propri impegni lavorativi che non ci si accorge di quello che succede intorno a noi. Quello però che è accaduto a Dante Autullo va oltre ogni immaginazione, e lo rende un uomo decisamente molto distratto ma allo stesso tempo molto fortunato.

L’uomo stava lavorando nella sua officina di Chicago, alacremente, utilizzando uno degli attrezzi che più gli sono utili quotidianamente: una sparachiodi.Nonostante l’abitudine a usarla, però, e la sua abilità, l’attrezzo gli è sfuggito di mano ed è caduto. Cose che capitano. L’uomo si è limitato ad accertarsi che l’attrezzo funzionasse ancora e ha continuato a lavorare come nulla fosse.

Non si minimamente accorto che era partito un chiodo, e soprattutto no si è accorto di dove il chiodo fosse andato a finire.

Il giorno dopo però si è reso conto che qualcosa non andava: ha iniziato ad avere sintomi di nausea talmente forti che ha preferito recarsi al pronto soccorso. I medici, in base ai sintomi descritti, hanno optato per una visita e una radiografia del cranio.

Quello che hanno visto li ha lasciati letteralmente a bocca aperta: non una massa sospetta, non vasi sanguigni ostruiti, ma un chiodo da quasi dieci centimetri piantato nel bel mezzo del cervello dell’uomo.

Interrogato il paziente, ricostruire l’accaduto è stato semplice, e lui stesso ha collegato la presenza del chiodo all’incidente avvenuto il giorno precedente, di cui al momento non si era assolutamente accorto. L’uomo è stato sottoposto ad una operazione urgente per rimuovere il chiodo, ed ora sta già recuperando e dovrebbe essere dimesso a breve.

I medici hanno poi spiegato che, oltre l’uomo è stato fortunato perchè il chiodo ha trapassato solo aree secondarie del cervello. Ma come è possibile che non si è accorto di nulla? E’ stato possibile perché il cervello non ha ricettori del dolore, e quindi Autullo non ha sentito nulla.