Sport ultime notizie

Pistocchi: “Il futuro di Higuain è segnato”

Incredibile la parabola discendente di Gonzalo Higuain. Da pezzo pregiato del mercato solo qualche anno fa, a problema da risolvere per Chelsea e Juventus. L’argentino, ceduto prima in prestito al Milan e poi a gennaio girato al Chelsea, non ha convinto ne una ne l’altra squadra, dando di fatto ragione alla Juventus che lo aveva scaricato dopo l’arrivo di Ronaldo. Ma l’errore della Juventus è stato proprio questo, darlo in prestito invece di venderlo subito. E così dopo un anno il giocatore è pesantemente deprezzato, e adesso piazzarlo diventa un problema.

Chelsea in finale di rigore, Higuain escluso dalla lista

La certezza è che al Chelsea non rimane, anche perchè il suo sponsor principale, Sarri, ha dimostrato di essersi pentito della scelta, una volta ritrovatolo dopo Napoli, relegandolo sempre in panchina. E comunque lo stesso Sarri, con ogni probabilità, non sarà più l’allenatore del Chelsea. Il futuro di Higuain è confermato da Pistocchi: “Higuain torna alla Juventus e sono problemi della Vecchia Signora su come reindirizzarlo. La forza della comunicazione della Juventus sta nell’aver fatto passare un esonero come un trionfo”.    

Higuain così tornerà alla Juventus. Difficile dire se definitivamente o solo di passaggio in attesa di sistemazione. Per lui una piccola speranza è costituita proprio dal possibile arrivo a Torino di Sarri. In quel caso, il suo tecnico di fiducia potrebbe decidere di concedergli un’altra chance e di riprovare a rivitalizzarlo. La società potrebbe accontentarlo, nella speranza di veder risalire le sue quotazioni per poi venderlo, questa volta sì, definitivamente non appena se ne presenta l’occasione. In serie A, in una squadra collaudata come la Juventus e con accanto Ronaldo, Higuain potrebbe ritornare a livelli accettabili.

In caso contrario bisognerà valutare subito eventuali altre proposte. In Spagna per lui potrebbe esserci una possibilità di mercato, o persino in Italia, ma certamente sia la Juventus sia il giocatore dovrebbero ridimensionare pesantemente le pretese sia economiche sia di ambizione. Insomma se un Higuain volesse davvero ripartire, magari dovrebbe farlo da una squadra come la Lazio, ad esempio, il Torino o l’Atalanta. Per dimostrare di essere ancora il Pipita.