Sport ultime notizie

Crisi Fiorentina, Montella paga per tutti

Solitamente il cambio dell’allenatore porta serenità e risultati, almeno nell’immediato. Non è il caso della Fiorentina, che dopo aver allontanato Pioli, si è affidata a un cavallo di ritorno, Vincenzo Montella. I risultati sono stati tutt’altro che positivi, con l’eliminazione dalla Coppa Italia e le deludenti prestazioni in campionato, culminate con le sconfitte contro Sassuolo ed Empoli e una vittoria che non arriva addirittura dal 17 febbraio. Una crisi senza fine che Montella deve cercare di arginare in queste ultime tre giornate di campionato, per cercare di convincere la società a puntare ancora su di lui il prossimo anno.

Arriva il Milan a Firenze sabato sera, un Milan che certo non sta benissimo, ma che ha un bisogno disperato di punti per continuare a sognare la rincorsa al quarto posto, magari approfittando della contemporanea sfida della Roma contro la Juventus e di u passo falso dell’Atalanta in casa contro il Genoa. Per compattare il gruppo, Montella ha deciso di portare tutti a cena, squadra e staff compreso, a sue spese. Montella ha pagato il conto al ristorante per tutti per dare un segnale di vicinanza e di convinzione in un progetto che lo vede coinvolto da poco ma che vorrebbe proseguire anche il prossimo anno.
Lazio-Milan rojadirecta streaming gratis alle 20,45

A Firenze, ormai archiviata questa stagione come fallimentare, hanno la preoccupazione maggiore nel rischio di perdere i gioielli che questa stagione ha messo in evidenza, Enrico Chiesa su tutti. Il giovane talento non ha fretta di lasciare la squadra che lo ha lanciato nel grande calcio, vista anche la sua giovane età, ma certo non potrebbe resistere di fronte alla chiamata di una grande squadra, se dovesse arrivare.

Juventus e Inter sono fortemente interessate al giocatore, ma i Della valle non lo lasceranno partire se non di fronte a un’offerta irrinunciabile, per le casse della società e per il giocatore stesso. La richiesta al momento si aggira attorno agli 80 milioni, e non è detto che qualcuno non decida di metterli sul piatto, magari anche dall’estero, per assicurarsi le prestazioni di uno dei migliori talenti che si siano visti negli ultimi mesi in Europa.