Higuain sulla sua nuova vita ala Juventus: “Nessuno mi ha parlato di mercato, sono tornato alla Juve per dimostrare il mio valore. L’ho detto fin dal primo giorno e oggi sono contento di essere qui”. Gonzalo è partito titolare nell’attacco bianconero guidato da Cristiano Ronaldo: “Con lui non giocavo da tanti anni (al Real Madrid, ndr) – ricorda l’attaccante argentino -. A Torino ho ritrovato un giocatore più completo, anche la sua ambizione è cresciuta, vuole provare a vincere tutto e a centrare nuovi record. Sono molto contento di avere ritrovato Cristiano”.Chelsea in finale di rigore, Higuain escluso dalla lista

Sulla trasferta di Firenze: “Sarà una partita durissima, al Franchi si soffre sempre. Ma noi dobbiamo vincere”. Proprio contro i viola Higuain segnò il suo primo gol in bianconero: “Fu una gara emozionante – racconta -, ero partito dalla panchina ma ho segnato il gol della vittoria. Sabato, pur contro una squadra forte, dobbiamo giocare da Juventus e portare a casa i tre punti. Sarebbe importante continuare a vincere”. Sulle spalle del Pipita, in questa stagione, c’è il numero 21. “È stata una mia scelta, quando sono arrivato alla Juve c’era il numero 9 libero, ma ho deciso di cambiare per il 21, è il giorno in cui è nata mia figlia. È stata una decisione di cuore e per adesso mi sta portando fortuna”. Poi torna sulla partita vinta con il Napoli: “È stato un match dalle forti emozioni, siamo partiti molto bene, abbiamo portato la gara sulla strada che volevamo, abbiamo fatto 3-0 dopo 60 minuti, poi abbiamo avuto un calo di energia mentale. Il loro primo gol ci ha messo un po’ d’ansia e infatti hanno pareggiato in dieci minuti. Ma questa squadra ha cercato di vincere, credo sia una vittoria meritata anche se per un colpo di sfortuna loro”.

Sullo scorso anno: “L’anno scorso non è stato facile, ma anche così ho vinto l’Europa League. Sono andato in doppia cifra anche se a livello personale è stata una stagione complicata. Ora inizia un altro anno, un’altra grande stagione e sono motivato ad aiutare la squadra a vincere qualcosa. Se devo riconquistare Sarri? Ogni anno è così, quello che è successo prima resta nel passato, dobbiamo affrontare il presente e il futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.