Tra volti nuovi e meno nuovi, il Milan di Giampaolo potrà contare su una rosa decisamente rinnovata rispetto allo scorso anno. Una delle note più liete è sicuramente il recupero di Jack Bonaventura. Il jolly rossonero è mancato tantissimo lo scorso anno a Gattuso: una pedina fondamentale in grado di assicurare quantità e qualità, un buon numero di gol e soprattutto una grande versatilità che gli consente di ricoprire più ruoli.

Mancherà Bakayoko, dominatore del centrocampo rossonero da un certo punto della stagione in poi, ma Giampaolo potrà contare su un Biglia a tempo pieno. E in troppi si sono scordati le qualità di un titolare della nazionale argentina, pronto a prendere finalmente in mano il Milan.

C’è poi Kessie: messo inizialmente sul mercato, l’ivoriano sta convincendo non poco Giampaolo in queste settimane di ritiro. La qualità non è certo la sua arma migliore, ma la quantità e la fisicità dell’ex Atalanta possono fare la differenza e dare equilibrio a tutto il gioco di Giampaolo.

In più c’è il mercato che ha portato Bennacer e Leao, e che potrebbe riservare ancora qualche colpo, Correa su tutti. Il gioco si è già visto a sprazzi nelle amichevoli estive del Milan. Ora non resta che rifinire il tutto in vista della prima trasferta di Udine domenica alle 18, primo banco di prova per un Milan che ha tante ambizioni quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.