Forte impatto per Daniele De Rossi nella sua nuova esperienza a Boca. Una realtà se possibile ancora più calda di quella a cui era abituato il centrocampista romano nella Capitale. Per questo per lui sarà più semplice ambientarsi, anche grazie all’accoglienza da parte di vecchi rivali che adesso saranno suoi compagni di squadra in Argentina.

Ecco le parole dell’ex capitano della Roma su Zarate, ma anche su Carlo Tevez: “Con Mauro e Carlos c’è stata grande rivalità negli anni, forse più con Mauro perché la dimensione romana è più legata al derby che poi è anche sentito qui con il River, pur se in maniera un po’ diversa. In quegli anni la Lazio era molto forte come noi e abbiamo fatto belle partite contro. Ci siamo dati qualche botta, ma sempre con grande rispetto. Carlos invece ha sempre giocato in squadre superiori un gradino superiori alla mia, ma abbiamo giocato spesso contro.

Parliamo di un campione che verrà ricordato per anni nel calcio europeo e sudamericano. Loro mi hanno accolto in modo incredibile e questo mi emoziona ancora di più: è importante quando i tuoi compagni ti fanno sentire parte di loro. Voglio sentirmi uno del Boca, uno di loro”. Il Boca da adesso sarà sicuramente una squadra seguitissima in Italia, soprattutto a Roma dove i suoi ex tifosi vorranno continuare a seguire De Rossi, anche per capire se la società ha fatto bene o no a lasciar andare un giocatore importantissimo dal punto di vista tecnico e della personalità, che forse poteva dare ancora molto alla causa giallorossa, soprattutto in una stagione in cui arriva un nuovo tecnico come Fonseca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.