Un chirurgo cardiaco pugnalato con un coltello da 10 pollici in una sala d’attesa da un paziente è sopravvissuto a causa di una rara anomalia per la quale il suo fegato si trovava sul lato sbagliato del suo corpo.

Il cardiologo è stato pugnalato allo stomaco con una lama di 25 centimetri (10 pollici) mentre entrava nella sala d’attesa del suo dipartimento nell’ospedale Kaiser-Franz-Josef nella capitale austriaca di Vienna prima che il suo aggressore sedesse e aspettasse la polizia.

Quando il dottore è entrato nella sala d’attesa intorno alle 10 sera, il presunto aggressore, nominato nei rapporti come Paul J., 33 anni, si è alzato dalla sedia e si è precipitato verso il medico di 64 anni per pugnalarlo nello stomaco mentre altri pazienti inorriditi guardavano.

Il cardiologo è crollato a terra sanguinando pesantemente dallo stomaco mentre altri agenti si sono precipitati in suo aiuto.

Mentre il medico stava ricevendo un trattamento di emergenza, il presunto aggressore, originario della Sierra Leone, si è seduto di nuovo in disparte e ha atteso con calma l’arrivo della polizia, che lo ha poi arrestato.

Secondo le fonti il ​​medico non è stato pugnalato in nessun organo vitale perché a causa di una rara anomalia il suo fegato si trova sul lato sinistro del suo corpo invece che sulla destra.

Il portavoce della polizia Paul Eidenberger ha dichiarato: “Il dottore ha ricevuto ferite mortali, ma in seguito a un’operazione di emergenza la vita del paziente non è più in pericolo”.

La dirigente dell’ospedale, Michaela Riegler-Keil, ha dichiarato: “Abbiamo conosciuto il presunto aggressore per anni. Era sempre discreto.

Gerhard Winkler, che sta conducendo le indagini sull’incidente, ha dichiarato: “E ‘stato un attacco programmato al dottore. Pensiamo che ci sia una sorta di motivo personale per l’attacco, ma al momento non ne conosciamo il motivo. ”

I media locali riferiscono che il presunto aggressore è stato un paziente dal dottore dal 2011 ed è stato precedentemente operato da lui.

L’inchiesta continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.