Questo filmato mostra un elefantino di nome Ellie bloccato nel fango mentre la sua mamma cerca disperatamente di salvarlo prima che gli attivisti la tranquillizzino e intervengano per salvare il piccolo.

Il video è stato girato dall’unità anti-bracconaggio di Bumi Hills, situata nel lago Kariba, un bacino artificiale e un lago nel nord dello Zimbabwe, dopo che gli erano stati notati dai pescatori.

Per proteggere il suo piccolo, l’elefante madre gli sta vicino e si rifiuta di andarsene. Ciò ha costretto l’unità di soccorso ad addormentarla con un dardo tranquillante, per poter intervenire.

Gli addetti alla conservazione hanno poi allacciato una corda attorno all’elefantino per tirarlo fuori dal buco di fango prima che si seccasse, mentre altri hanno aiutato a scavare intorno alla zampa finché non si è liberato.

Il tranquillante della madre ha cessato il suo effetto dopo che l’elefantino è tornato libero ed entrambi sono tornati insieme verso i cespugli mentre l’unità di conservazione si è ritirata.

L’unità è parte integrante della Bumi Hills Foundation, un’importante organizzazione per la conservazione e la riabilitazione della fauna selvatica nel nord dello Zimbabwe che fa affidamento al 100% sulle donazioni, secondo Catherine Norton, portavoce della fondazione.

Norton ha detto al Central European News (CEN): “Come unità anti-bracconaggio salviamo la fauna, curiamo ferite, in gran parte causate da insidie ​​o colpi di pistola, pattugliamo estensivamente sia la terra che l’acqua, perseguiamo e arrestiamo i sospetti bracconieri, salvaguardiamo le foreste e ambiente – tutte le solite cose! “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.