I medici hanno trovato una bacchetta da 3 pollici infilata nell’occhio di un paziente da due mesi dopo che si era lamentato di disturbi del sonno e difficoltà nell’aprire la bocca. L’utensile da cucina di legno alloggiato nella faccia di Yin Changbing bloccò inavvertitamente la sua mandibola, costringendolo a vivere di porridge per otto settimane.

Yin, di 44 anni, ha detto che è inciampato e caduto durante una cena di Capodanno cinese all’inizio di febbraio, sbattendo la testa in una vasca di bacchette verticali su un tavolo.

Il nativo della contea di Lianshui, che si trova nella città cinese di Huai’an, nella provincia di Jiangsu, nella Cina orientale, ha dichiarato: “Le bacchette si sono sparse per tutto il pavimento e ho iniziato a sanguinare nell’occhio destro.

“Ma i medici hanno detto che mi ero graffiato il mio occhio. Hanno detto che non era “niente di grave”, mi hanno dato alcuni anti-infiammatori e poi mi ha mandato a casa “.

Tuttavia, nei due mesi successivi, Yin disse che dormiva a malapena e aveva difficoltà ad aprire la bocca – e nessuno dei dottori che lo visitarono poteva diagnosticare la sua condizione.

“Non riuscivo a dormire. Volevo provare a stendermi quando ero stanco, ma per la maggior parte del tempo dormivo in piedi “, ha detto.

Fu solo dopo aver visitato l’Ospedale del Primo Popolo di Lianshui che il dottor Zhu Congyan, capo dell’oftalmologia della struttura, decise di dare un’occhiata più da vicino.

Le scansioni di CT hanno rivelato che dietro l’occhio destro apparentemente normale di Yin c’era la bacchetta di 8,5 centimetri (3,35 pollici), che aveva impalato l’incavo dell’occhio da un’angolazione verso il basso.

La bacchetta di legno aveva in qualche modo evitato di danneggiare il suo bulbo oculare e gli si era conficcata in faccia, ostruendo la sua mascella e impedendogli di aprire correttamente la bocca.

Yin ha detto di aver perso circa 20 chilogrammi (44 libbre o 3,1 pietre) nelle otto settimane dopo le celebrazioni del capodanno cinese.

Il dottor Zhu e il suo team hanno trovato e rimosso la bacchetta intatta, e Yin è in completo recupero.

Il dottor Yin ha detto: “È stato molto fortunato. Se la bacchetta gli avesse trapassato il bulbo oculare o qualche altra parte, avrebbe potuto essere fatale.

“Dopo aver discusso diverse soluzioni, ho deciso di anestetizzarlo per via endovenosa mentre lo stavo tagliando per rimuovere con attenzione la bacchetta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.