Per l’Inter si profila un vero e proprio incubo legato alla cessione di Icardi. Secondo i bene informati, il giocatore e la Juventus avrebbero già trovato un accordo di massima per il trasferimento, che però non potrà avvenire in questa sessione di mercato. Questo perchè con due anni ancora di contratto del giocatore, chiede una cifra ritenuta troppo alta per un attaccante n una situazione di difficoltà societaria come l’argentino. Lo scopo della Juventus è allora far arrivare Icardi a un anno dalla scadenza del contratto, in modo da costringere l’Inter a cederlo a un prezzo irrisorio.

Questo comporterebbe per Icardi il dover praticamente stare fermo un anno, cosa che peserebbe non poco al giocatore. Ma l’argentino non ha scelta: o accetta questa condizione, con la prospettiva poi però di andare alla Juventus e di essere titolare (Ronaldo avrebbe 35 anni e potrebbe anche decidere di lasciare), oppure accetta una destinazione estera, sempre che ci sia qualche squadra disposta a comprarlo alle cifre volute da Marotta.

Una soluzione anticipata potrebbe essere una cessione a gennaio, se la convivenza forzata tra Icardi e Conte desse così fastidio a livello ambientale (domande dei giornalisti, interviste di Wanda Nara, polemiche nei salotti tv) da convincere l’Inter a mollare. Lo spiega noto procuratore, agente sportivo ed intermediario di mercato Fabio Parisi che, ai microfoni di Radio24 durante la trasmissione “Tutti Convocati”, ha svelato quella che potrebbe essere la strategia della Juventus per arrivare al bomber nerazzurro. Ecco le sue parole in diretta: “Il valore di Icardi lo stabilisce il mercato. Credo che la Juve stia cercando di aspettare l’ultimo minuto del mercato per poi lasciare, mollare il colpo e prenderlo direttamente l’anno prossimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.