Primo contrattempo per Conte, che deve digerire il primo infortunio muscolare della stagione. E considerati i ranghi ridotti con ci sta lavorando l’Inter, si tratta di un qualcosa che certo non avrà lasciato indifferente il perfezionista allenatore dell’Inter. Matteo Politano ha dovuto lasciare Lugano e trasferirsi alla clinica Humanitas di Rozzano per sottoporsi ad esami strumentali che hanno evidenziato un risentimento muscolare ai flessori della coscia destra. Le condizioni dell’esterno italiano saranno valutate giorno dopo giorno.

Dopo gli esami il calciatore è rientrato nella sede del ritiro nerazzurro là dove i suoi compagni si sono allenati fino alle 14: seduta particolarmente intensa e lunga oggi per gli uomini di Conte che sono arrivati in albergo e avranno il resto della giornata libero.

Sabato l’allenamento mattutino sarà aperto per un quarto d’ora alla stampa. Domenica la partita amichevole con il Lugano che chiuderà la prima parte del ritiro. Martedì poi l’Inter partirà per la tournée in Cina.

Conte sulla sua scelta di venire all’Inter: “Devo avere la percezione di avere anche solo l’1% di possibilità di poter vincere. A me piace lavorare su quell’1%, anche se l’altro 99% significa aver perso. C’è una squadra che da 8 anni fa un campionato a parte, noi dobbiamo essere bravi a cercare di costruire qualcosa di importante in breve tempo. L’Inter pe due anni di seguito ha preso la Champions League all’ultima giornata: nessuno è un mago, ma noi lavoreremo tanto per coltivare la speranza con Juventus e Napoli. Un gap che esiste, ma non dev’essere un alibi per farci arrendere alla prima difficoltà. Alla Juventus partimmo dopo due settimi posti e vincemmo, con il Chelsea vincemmo dopo un decimo posto, quindi nulla è impossibile. Ai tifosi prometto che daremo tutto noi stessi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.