Se già credete nel destino, questa storia aumenterà ancor di più le vostre convinzioni. Se invece non ci credete, il il vostro scetticismo vacillerà e diventerete romantici anche se non lo siete. Una storia d’amore che non può non stupire.

Tutto ebbe inizio circa 32 anni fa, quando Roberta e Matteo vengono alla luce al Policlinico di Perugia. Le mamme di Roberta e Matteo si conoscono, hanno partorito nello stesso ospedale ed hanno entrambe tenuto i rispettivi figli al reparto nido, nonchè, loro stesse, hanno condiviso presso lo stesso reparto la stessa camera. Le due mamme pertanto, si sono incontrate spesso nel reparto maternità per allattare appunto i loro due figli che tra l’altro avevano la culla vicina.

Una volta dimesse, le due mamme si salutano, ripromettendosi di non perdersi di vista. Una frase di circostanza, e infatti non si vedono più. Ma a mantenere quella promessa e quell’impegno ci pensano i loro due figli, Roberta e Matteo appunto, che dopo tantissimi anni, in modo quasi inaspettato, come uno scherzo del destino si incontrano, si innamorano e scoprono proprio in quella occasione di essere nati nello stesso ospedale a distanza di 2 giorni l’uno dall’altro.

A quel punto riannodare i fili della memoria e ricostruire i legami del passato è questione di un attimo: le mamme dei rispettivi ragazzi si incontrano di nuovo, rivivono insieme le emozioni di allora, ricordandosi l’una dell’altra e pensando a quanto il destino sia stato con loro decisamente “particolare”.

I due ragazzi, Roberta e Matteo alla fine si sposano e hanno un bambino. Le due mamme, prima amiche, adesso sono consuocere e hanno in comune l’essere nonne di uno splendido bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.