Morire è la grande paura dell’uomo fin da quando esiste, a tal punto che le religioni, l’aldilà e tutto il resto sono creazioni della mente umana utili proprio a scongiurare l’ineluttabile. Ma forse c’è qualcosa che fa ancor più paura della morte, ed è l’essere dichiarati morti per sbaglio ed essere seppelliti vivi. Cinema e letteratura ci hanno ricamato sopra spesso, con film dell’orrore e scene claustrofobiche come quelle di Kill Bill.

A qualcuno, purtroppo, questa disavventura è capitata davvero. E non è una bella esperienza.
Arriva dalla Germania una storia che ha invece dell’incredibile. Un impiegato di una ditta di pompe funebri è svenuto dallo shock quando il coperchio di una bara si è aperto e la donna “morta” al suo interno ha chiesto: “Dove sono?”

L’assurda notizia arriva da Gelsenkirchen, una città tedesca della Renania Settentrionale-Vestfalia che conta poco più di 257 mila abitanti. Protagonista una donna di 92 anni che era stata dichiarata morta nel corso del weekend da un dottore presso la casa di riposo dove risiedeva, e trasportata di conseguenza presso l’impresa di pompe funebri Munstermann.

Quando l’impiegato si è ripreso dallo svenimento si è trovato davanti agli occhi una scena agghiacciante: l’anziana donna sdraiata nella bara con entrambi gli occhi spalancati. Dopo aver controllato il polso della 92enne per vedere se c’era battito, l’uomo ha chiamato subito i mezzi di soccorso. E’ sopraggiunta una ambulanza con paramedici a bordo, che hanno constatato che la donna era ancora viva e l’hanno immediatamente trasportata in un ospedale locale.

La bella notizia (o almeno crediamo sia stata tale, non si sa mai) per la famiglia dell’anziana è durata comunque poco, considerato che la 92enne si è nuovamente sentita male, ed è morta lunedì pomeriggio. Questa volta sul serio.

La polizia locale, che ha reso nota la notizia martedì, ha dato il via ad una indagine sugli infermieri e sul dottore che ha dichiarato la morte della paziente, per cercare di capire come sia stato possibile commettere un errore di tale gravità. Secondo quanto riportato dalle news locali, la donna è stata trovata nel suo letto da un badante che lavora presso la casa di riposo dove viveva. Pensando che la donna avesse smesso di respirare, ha allertato immediatamente il dottore, che ha dichiarato la morte della anziana prima che venisse portata via da un impiegato delle pompe funebri.

Other Burger, direttore della casa di riposo nella quale la signora risiedeva, ha affermato: “E’ una vicenda terribile e inspiegabile per me. La stampa ci sta divorando, ci stanno mettendo alla gogna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.