Un modo terribile per abbandonare i genitori. Portarli all’ospizio è già uN qualcosa che fa soffrire qualunque figlio e i genitori stessi, ma che a volte diventa necessario per impegni di lavoro e impossibilità di accudirli. Ma lo stratagemma cui è dovuta ricorrere questo figlio fa davvero tristezza. “Vi porto a mangiare fuori” ha detto loro. I Genitori erano contentissimi di poter passare una giornata diversa e dell’interesse del figlio. Ma era tutto uno stratagemma per abbandonarli.

Hugo, 92 anni, e Hilda, 86 anni, vivevano insieme con il loro primo figlio. Tutto sembrava andare per il meglio. I due genitori, anziani, erano comunque ancora attivi e contribuivano economicamente alla vita di famiglia.

La coppia viveva in un appartamento a Rosario, nella provincia di Santa Fe, in Argentina. Un giorno inaspettatamente il figlio gli propose di andare a mangiare fuori, per il pranzo.

Li porta in una tavola calda. All’improvviso, con una scusa, dice loro di doversi allontanare e si sarebbe dovuto allontaNAre un attimo, per sbrigare una faccenda e di attenderlo che di lì a poco sarebbe passato, per riprenderli e portarli a casa.

Ma passano sette ore e nessuno fa ritorno. Il personale della tavola calda, si avvicina per chiedere spiegazioni.

Fu allora che Hugo disse loro, che stavano attendendo il figlio. I genitori erano preoccupati che fosse successo qualcosa di grave, ma non avevano un cellulare, nè conoscevano il numero del telefonino del figlio.

Del figlio nessuna traccia, ma ormai la dinamica dei fatti era chiara. Il figlio aveva abbandonato i genitori. I poliziotti riuscirono per fortuna a rintracciare Raul, l’altro figlio della coppia, che non sapeva che i due anziani a loro insaputa, erano stati sfrattati dalla loro casa per morosità.

Ora gli anziani si ritrovano senza figlio e senza casa: “Non so perchè non possiamo rientrare in casa nostra. Lì dentro c’è tutta la nostra vita. Sono una persona anziana, proprio come mio marito. Non voglio, dopo una vita di sacrifici non avere un nostro nido. Aiutatemi a farmi riavere la mia casa. Per quanto riguarda nostro figlio maggiore, non so cosa pensare e quale atteggiamento assumere, quando ritornerà. Entrambi siamo rimasti sconcertati nell’apprendere che ci ha volutamente abbandonati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.