Spesso, quando si pensa di fare i furbi, si incorre in situazioni, che ribaltano completamente la prospettiva e ci fanno fare la figura dei fessi. Chi non ha mai sognato di intrufolarsi di notte, o quantomeno nelle ore di chiusura di un luogo pubblico, per scorrazzare liberamente e godersi tutto ciò che il luogo offre senza essere disturbati?

Probabilmente un po’ tutti, solo che per la gran parte delle persone questo rimane un desiderio e basta, da relegare nel mondo delle cose da fare prima o poi prima di morire. Magari intrufolarsi in un supermercato e fare razzia degli scaffali, oppure andare in piscina e farsi una bella nuotata quando non c’è nessuno.

Ecco, questa potrebbe essere davvero una buona idea, talmente buona che è venuta in mente a un incauto bagnante. Che è andato in piscina quando non c’era nessuno, ma talmente nessuno, che non c’era nemmeno l’acqua.

Era l’1.30 del mattino e faceva troppo caldo. Allucinato dall’afa e dalla voglia di refrigerarsi, un neo Fantozzi ha pensato di andare a fare un tuffo introducendosi nella piscina del centro sportivo Sacer di Cernusco. L’incauto bagnante si è accorto della mancanza d’acqua, solo dopo essersi tuffato. è riuscito, dolorante, ad uscire dalla vasca e chiamare aiuto. Ricoverato in ospedale, se la caverà in pochi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.