La tensione era altissima, e tutti temevano potesse verificarsi una tragedia da un momento all’altro. Ma quello che c’era all’interno del pacco non era affatto una bomba, tutt’altro.

Tutto è iniziato quando un uomo delle pulizie, al lavoro nel parcheggio di un condominio di Goteborg ha chiamato la polizia quando ha notato un pacco che ronzava e vibrava in modo strano. Di questi tempi, ormai si sa, la paura del terrorismo serpeggia ovunque e ogni minima anomalia è buona per saltare sull’attenti e temere il peggio. Dunque bene ha fatto l’uomo a non rischiare la sua incolumità e quella dei passanti, chiamando le forze dell’ordine.

Immediatamente, la polizia ha mandato una squadra di artificieri sul posto. Ma quando gli specialisti, con l’utilizzo di robot telecomandati hanno “disattivato” il potenziale ordigno e aperto il pacco, si sono accorti che il contenuto era molto più innocuo di quello che si pensava. Si trattava infatti di un vibratore, che per chissà quale motivo aveva preso a funzionare nonostante fosse ancora nel contenitore.

Non è la prima volta che un giocattolo erotico fa scattare allarmi-bomba: era successo anche alcuni anni fa all’aeroporto di Mackay, in Australia, dove il personale ha sentito un ronzio provenire da un cestino e avvertito gli addetti alla sicurezza. Fu fatto evacuare l’intero scalo evacuato, e chiamati gli artificieri, ma in quel caso prima che intervenissero un anonimo passeggero (non si sa se uomo o donna) si è fatto avanti e ha spiegato che si trattava di un dispositivo per adulti di sua proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.