In Australia il manager di una banca va ogni giorno a lavorare con giacca, cravatta e… tacchi a spillo. L’uomo ha 30 anni e ammette serenamente di non voler rinunciare a questa abitudine che gli da tanta autostima e lo fa lavorare meglio.

Mancava solo questa, ed è arrivata, e siamo sicuri che presto molti seguiranno l’esempio: in Australia c’è un manager bancario che ha deciso di presentarsi al lavoro col tacco 12.

Cosa spinge Ashley a fare questa scelta così particolare? Una scelta che gli ha anche causato problemi, considerato che sul posto di lavoro c’è stata una iniziale e inevitabile ironia mista a incredulità. Per non parlare delle occhiate che gli vengono riservate per strada.

Il manager ha 30 anni e vive in Australia, a Sydney. Da circa un anno si presenta al lavoro con i tacchi a spillo, dopo una chiacchierata con una collega. La donna ha svelato ad Ashley come quelle scarpe le trasmettessero grande energia. Lei stessa lo ha spinto a provare. Ad aiutare Ashley nella decisione di provare davvero, il fatto che sia dichiaratamente omosessuale, per cui un passaggio simile è stato meno traumatico per se stesso e per chi lo conosce bene.

Da quando ci ha provato, Ashley non riesce più a rinunciare ai tacchi alti. Come promessogli dalla collega, queste scarpe stanno aumentando l’autostima e la fiducia, soprattutto quando bisogna affrontare un lungo corridoio. Il paradosso è che le critiche maggiori le ha ricevute da persone che hanno il suo stesso orientamento, accusandolo di essere troppo appariscente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.