Alla faccia di chi è convinto che le dimensioni per l’uomo siano tutto per avere molte donne. Chiedere per informazioni a Andrew Wardle, meglio noto come Andy. Andy è nato “senza”, ma per lui non è stato un problema conquistare tantissime donne, avendo una normalissima attività, decisamente superiore alla media.

Andy assicura: “Ho avuto più di cento donne”.

La storia di Andy è stata raccontata dai tabloid inglesi. Il suo problema fisico, congenito, non gli ha rovinato la vita. Non ha permesso alla sua mancanza, che per molti uomini avrebbe potuto essere devastante dal punto di vista psicologico e pratico, di rovinargli la vita. Soprattutto non gli ha impedito di sentirsi uomo e di essere uomo.

Andy ha 40 anni e vive a Manchester, è una persona comune che conduce una vita normale, ma la sua storia merita di salire alla ribalta, perchè può essere di insegnamento per molti.

Il canale tv via cavo TLC ha documentato la sua vita, davvero unica. Andy racconta: “Non potevo far altro che nascondermi. Non è una cosa che puoi dire così, tranquillamente”. Il caso di Andrew è uno di quei casi rarissimi nel mondo che rientrano nella patologia nota come agenesia: si tratta di quel caso in cui il neonato ha un apparato normale ma non possiede l’organo. Questa rara patologia colpisce neonato ogni 6 milioni. Chi nasce con questa particolare condizione usa delle apposite protesi per avere una normale vita intima.

Questo non gli ha impedito di avere molte donne. Oggi Andy ha una compagna stabile e anche una normale vita sotto le lenzuola, e non si sofferma più di tanto sulla sua mancanza.

Ma c’è anche chi non ha gradito la sorpresa: una ragazza colpì con un pugno Andy quando questa scoprì cosa “non” nascondeva lì sotto. Il problema non era tanto la mancanza di Andy, quanto il fatto che non fosse stato sincero.

Adesso Andy è famoso, e chissà che questa sua caratteristica, pur essendo una mancanza a tutti gli effetti, non sia una paradossale attrattiva per le donne che incontrerà. La curiosità, si sa, è femmina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.