Anche Sinisa Mihjalovic è al vaglio della società bianconera per il dopo Allegri. Il tecnico serbo on può vantare un curriculum vincente come altri tecnici sondati dalla dirigenza formata da Agnelli, Paratici e Nedved, ma ha tutte le caratteristiche per fare bene. Personalità, eleganza, idee chiare. Certo non il nome che i tifosi della Juventus si aspetterebbero per migliorare il lavoro fatto da Allegri. Ma la Juventus, storicamente, ha sempre dimostrato di puntare sul valore del tecnico a prescindere dal suo curriculum. Così è stato per Lippi, Conte, e parzialmente per lo stesso Allegri.

Berlusconi ci crede: Milan da Champions e scudetto

Mihajlovic non nega di essere nella rosa dei candidati per la panchina della Juventus. Dopo il pareggio contro la Lazio che ha portato la salvezza al suo Bologna, ha parlato così a Sky Sport: “Ci sono stati dei contatti cinque anni fa e poi basta. Io penso che sono cambiato come allenatore, noi ci dobbiamo aggiornare sempre e studiare cose nuove, ci si migliora e io ci provo sempre. Se sono più pronto rispetto a prima? Io sono nato pronto”.

Parole che fanno chiaramente capire come il tecnico del Bologna sia disposto a trasferirsi in bianconero anche subito. La sua unica esperienza in una big, come allenatore del Milan, non è stata felicissima, ma va anche valutato il valore della rosa rossonera in quel momento. Con così tanti campioni a disposizione, Mihajlovic potrebbe sicuramente dimostrare il suo valore. Lo ha appena fatto con la panchina del Bologna, che sembrava una squadra alla deriva sotto la guida di Filippo Inzaghi e che invece si è letteralmente trasformato da quando a Bologna è arrivato Sinisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.