Sarà Maurizio Sarri il prossimo allenatore della Juventus. La dirigenza bianconera ha rotto gli indugi e ha avviato tutti i contatti possibili con il tecnico del Chelsea. Che ovviamente è molto lusingato della proposta. Per naturali motivi, tutto è fermo fino alla finale di Europa League che Sarri si gioca con l’Arsenal. In caso di vittoria, andare via da vincitore sarebbe ancora più facile e più bello. In ogni caso, sia di sconfitta che di successo, a Londra non si strapperebbero i capelli per un suo addio, che potrebbe comunque concretizzarsi anche in caso di nulla di fatto con la Juventus.

Il ragionamento della Juventus su Sarri non fa una piega: è il tecnico che l’anno scorso ha dato filo da torcere fino all’ultima giornata alla Juve stessa, con una squadra nettamente inferiore. E’ stato capace di vincere a Torino la sfida scudetto con un gol di Koulibaly. Il tutto, proponendo un gioco straordinario, quello che manca al popolo bianconero. Infine, quest’anno ha portato il Chelsea in finale di Europa League, quindi è assolutamente competitivo anche a livello internazionale, viatico ideale per dare l’assalto alla coppa.

Altro motivo da non sottovalutare, non è un allenatore che batte i pugni sul tavolo per questo o quel giocatore. Si è sempre accontentato degli uomini che ha avuto a disposizione, a Napoli come al Chelsea. Ritrovarsi con tutto il ben di Dio della Juve ridurrebbe ulteriormente qualunque altra sua pretesa fantasiosa.

C’è forse da limare qualcosa sul piano dell’immagine (non crediamo che alla Juve gli sarà concessa la tuta) e della comunicazione (qualche dichiarazione meno colorita alla stampa e qualche protesta in meno a bordo campo sarebbe gradita). Ma per il resto è l’erede perfetto di Allegri. D’altra parte è toscano anche lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.