La notizia che il Chelsea, comunque vada la finale di Europa League, ha deciso di esonerare Sarri ha fine stagione, ha scatenato il mercato degli allenatori in Italia. Ci sono molte squadre interessate a Maurizio Sarri, e l’occasione è di quelle da non lasciarsi sfuggire. Sarri ha spiegato più volte di voler restare in Inghilterra, ma dopo la sua esperienza tra luci ed ombre a Londra, non è detto che arrivino proposte di alto livello per lui dalla Premier.

Ragion per cui il tecnico toscano non disdegnerebbe un ritorno in Italia. Anche perchè si è reso conto di come all’estero, per motivi ambientali e di lingua, non sia riuscito a trasmettere in pieno la sua filosofia di calcio ai giocatori e al club. Il gioco di Sarri, al Chelsea, non si è praticamente mai visto. E questo Sarri l’ha vissuto come un passo indietro. Di positivo c’è stata l’esperienza all’estero e l’aver finalmente iniziato a guadagnare quei soldi che lui stesso ha ammesso di voler guadagnare dal calcio, cosa che non è riuscito a fare finora.

Adesso però tornare in Italia potrebbe essere la soluzione migliore. In questo senso è il Milan ad essersi fatto avanti per il tecnico toscano. L’addio di Gattuso è praticamente certo, anche in caso di difficile qualificazione alla prossima Champions League. Con Conte praticamente già allenatore dell’Inter, a Milano Sarri verrebbe accolto come un tecnico in grado di dare quello spettacolo che non si ammira dai tempi di Sacchi. In più, Sarri non è un allenatore con grandi pretese sul mercato, ed è in grado di valorizzare al massimo i giovani e il materiale umano che gli viene messo a disposizione. Per questo nelle prossime ore Gazidis volerà a Londra per un vero e proprio blitz che servirà a giocare di anticipo sulla concorrenza.

Concorrenza che ormai è ridotta praticamente solo alla Roma. L’ad rossonera illustrerà il programma del Milan a Sarri per il prossimo quinquennio, in cui lui potrà guadagnare 3 milioni a stagione e dire la sua, nei limiti, sulle prossime scelte di mercato. Mentre Maldini è destinato a restare come uomo immagine di società, insieme a Gattuso sembra pronto a dire addio Leonardo, la cui figura ormai sta per essere lentamente sostituita da Gazidis. Il nuovo Milan di Elliot sta prendendo forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.