Un po’ di juventinità, un po’ di interismo. Conte prepara il giusto mix per la squadra del prossimo anno che dovrà tornare subito competitiva e colmare il gap con la Juventus. Il tecnico ormai nerazzurro ha già chiarito a più riprese che non ci sarà spazio per Icardi il prossimo anno. Il sostituto è ancora da individuare, ma quel che è certo è che Conte vuole ripartire da un gruppo senza polemiche ne interne ne esterne. In questo senso vacilla anche la posizione di Perisic, che probabilmente Conte ha individuato come altro elemento che potrebbe, come nel caso della vicenda Icardi, turbare gli equilibri dello spogliatoio.

Per confermare lo spirito interista della squadra, Conte vorrebbe Oriali, che farà da club manager. Per l’ex centrocampista un ruolo nuovamente centrale, come ai tempi dei successi con Mourinho. Una scelta che farà certamente piacere a tutto l’ambiente nerazzurro. Il nome che invece sorprende un po’ e potrebbe non essere accolto benissimo dal popolo interista è quello di Andrea Barzagli. Il difensore colonna della Juventus, a fine anno chiuderà la carriera, e Conte lo ha già contattato chiedendogli di raggiungerlo a Milano per fare da assistente. In questo senso Marotta, che stima tantissimo il giocatore e la persona, ha dato il suo benestare.

Da capire se Barzagli vorrà fare un salto del genere, e soprattutto se la Juventus non proverà a fare una controfferta altrettanto allettante a Barzagli pur di non vederlo partire per Milano. Una scelta che potrebbe anche non convincere del tutto il popolo interista. Già l’arrivo di Marotta, uomo Juve, ha lasciato perplessi molti. Ora l’arrivo di Conte, che però verrebbe accettato per la sua capacità di far tornare a vincere l’Inter. Ma anche l’arrivo di un altro juventino di Barzagli potrebbe essere davvero troppo per un popolo che vuole sì tornare a vincere, ma che non vuole rinunciare alla propria identità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.