Stavano per espiantargli gli organi perchè per lui sembrava ormai non ci fosse più nulla da fare. La famiglia, distrutta e rassegnata, aveva dato l’ok per questo gesto di una generosità enorme. Ma quando tutto ormai sembrava perduto, Lorenzo si è risvegliato, dando vita a quello che sembra un vero e proprio miracolo.

Tutto era iniziato lo scorso 20 dicembre quando l’allora 17enne Lorenzo Mori era rimasto vittima di un incidente mentre stava recando a scuola. Il giovane era come ogni mattina a bordo del suo scooter, quando si era scontrato con un’auto all’incrocio tra via Da Mosto, viale Cristoforo Colombo e via Pancaldo, a Verona.

L’impatto, violento, gli aveva fatto sbattere la testa facendolo entrare in coma. Le settimane successive erano state un calvario, con nessun segnale di miglioramento. Al punto che la famiglia e i fratelli di Lorenzo si erano convinti a dare l’ok per l’espianto degli organi, qualora la situazione fosse peggiorata ulteriormente.

A convincerli che questa fosse la soluzione più giusta anche i medici, secondo cui c’erano pochissime speranze. E invece quando nessuno ormai più ci credeva, è avvenuto il miracolo: Lorenzo ha riaperto gli occhi. Non solo: da allora i suoi miglioramenti sono stati continui, al punto che dopo la riabilitazione, il ragazzo è tornato anche a scuola, al liceo scientifico Fracastoro.

I genitori hanno voluto ringraziare tutti coloro i quali lo hanno aiutato, i dottori e gli infermieri, oltre che gli amici, gli insegnanti e tutti quelli che hanno dato loro supporto a parole, con i gesti e con le preghiere. Una storia che insegna a non abbandonare mai la speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.