La vittoria dell’Atalanta all’Olimpico contro la Lazio di fatto estromette i biancocelesti dalla corsa Champions e sancisce in modo definitivo la candidatura degli uomini di Gasperini. Il pareggio in tarda serata della Roma a Genova, poi, ha confermato ancora una volta come le avversarie degli orobici siano davvero poca cosa in questo campionato, incapaci di un minimo di continuità. Se si pensa che la Roma, passata in vantaggio a nove minuti dalla fine, ha addirittura rischiato la sconfitta (rigore parato da Mirante nel recupero), si ha ben chiara la situazione per il quarto posto.

Insomma l’Atalanta ha tutto nelle proprie mani in queste ultime tre partite, e quindi il sogno Champions si avvicina. Tanto più se si considera che probabilmente non sarà nemmeno necessario fare bottino pieno, considerato che il ritmo dietro è tutt’altro che incalzante. Giudice di questa corsa a due tra Roma e Atalanta sarà la Juventus, che nelle prossime due giornate affronterà entrambe. Una Juventus che ormai non ha più nulla da chiedere al campionato, ma che di certo non concede lo stesso facilmente i tre punti, chiedere per informazioni a Inter e Torino.

Proprio l’Inter, capace di vincere solo due delle ultime sette partite e reduce da tre pareggi consecutivi, rischia addirittura il terzo posto. Si può consolare con la prospettiva di un calendario decisamente più comodo delle dirette concorrenti.

In tutto ciò il Milan si appresta questa sera a sfidare il Bologna in casa. Una vittoria rilancerebbe i rossoneri in chiave Champions, con il condizionale della necessità di vincere tutte le partite per sperare in una rimonta miracolosa. Il calendario è abbordabile, a patto che la squadra di Gattuso cambi radicalmente atteggiamento rispetto alle ultime deludenti uscite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.