Il cubo di Rubik, passatempo e rompicapo che ha appassionato generazioni intere, ormai non ha più misteri. Ci sono persone in grado di risolverlo in pochi secondi, 5 al massimo, e robot ormai in grado di farlo quasi in tempo reale. E pensare che a molti di noi non basterebbe una vita intera, soprattutto perchè dopo un po’ lo abbandoneremmo nel cassetto rinunciando alla sua risoluzione. Potremmo, per farci belli con gli amici e mostrarlo risolto, farci aiutare da uno speciale robot realizzato dagli ingegneri del software Jay Flatland e Paul Rose. Questo automa è capace di risolvere il famoso rompicapo in poco più di un secondo.

I numeri sono impressionanti: questo super robot è riuscito a risolvere il cubo di Rubik migliorandosi di volta in volta, facendo registrare questi tempi: 1.19 secondi, 1.15 secondi, 1.04 secondi, fino raggiungere il record di 1.01 secondi.

Il software è stato presentato al Ces di Las Vegas, appuntamento per gli appassionati di tecnologia. Il record precedente per un robot era di soli 3.253 secondi, mentre l’uomo più bravo ne ha impiegati 4.904 secondi. Il cubo di Rubik è stato inventato dal professore di architettura e scultore ungherese Ernő Rubik nel 1974 e da allora è diventato una vera e propria icona. Un gioco record, capace di vendere 300 milioni di pezzi in tutto il mondo, e la notizia di questo nuovo record certo contribuirà ulteriormente alla sua diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.