Il CNR in collaborazione con l’Università di Singapore e con l’Università della Calabria, ha scoperto che una sostanza prodotta dalle cozze potrà essere utile alla produzione di una supercolla. Si tratta di una sostanza, una speciale proteina, con notevoli proprietà adesive.

Le cozze fino ad ora considerate alimenti utili alla salute perchè ricche di proteine nobili, vitamine e sali minerali, potranno essere ora utilizzate forse in diversi altri settori, da quello navale a quello medico. Gli esperti pensano che la nuova supercolla potrà essere utilizzata nella medicina estetica per sostituire le attuali suture chirurgiche, per riparare le ossa dopo una frattura, per ricostruire i tessuti danneggiati, non ultimo in campo oftalmico per aiutare coloro che soffrono di distacco della retina.

La sostanza in questione riesce a rimuovere le molecole di acqua legandosi al substrato e costruendo in seguito un tessuto proteico particolarmente resistente. La bava delle cozze molto appiccicosa secerne, con una sequenza ben orchestrata, diverse proteine ognuna con una funzione specifica che rende loro possibile aderire al substrato, proteggersi dall’ambiente esterno e resistere alle sollecitazioni meccaniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.