E dopo il tragico attentato di Parigi in cui hanno perso la vita 130 persone, ecco che la violenza dell’Isis continua ad essere raccontata sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

Una recente scoperta fatta dai miliziani curdi Peshmerga conferma gli atti terribili commessi dai terroristi.

E’ stata trovata una fossa in Iraq con all’interno i resti di 80 donne. Queste uccisioni – spiega Qasim Simo, capo dell’apparato di sicurezza di Sinjar – potrebbero essere state fatte nell’agosto dell’anno scorso.

Immagini terribili circolano in rete. I corpi di queste donne appartenenti ad una minoranza Yazide sono stati trovati per caso.

A lanciare la notizia è stato il sito curdo Rudaw. I miliziani Peshmerga appena entrati all’interno della città, scacciando i combattenti dello stato islamico, hanno trovato i corpi delle donne.

I crimini commessi dall’Isis continuano ad aumentare.

Il sito curdo Rudaw ha pubblicato un video in cui si intravedono i corpi e brandelli di vestiti, scarpe, banconote, monili e altri oggetti appartenuti alle donne.

Tutti gli 80 corpi erano stati collocati all’interno di una fossa. E’ possibile – spiega il capo dell’apparato di sicurezza di Sinjar – che in quella zona vi siano altre fosse simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.